Bergamo – Sicurezza in bici, parte la campagna per l'uso del giubbino rifrangente

A promuoverla sono l'associazione Aribi e il corpo di polizia provinciale. Un gesto importante per la propria sicurezza e per garantire una immediata visibilità a tutela della circolazione stradale

29 dicembre 2010 - 17:23

Una campagna di sensibilizzazione sul tema della sicurezza stradale, rivolta soprattutto ai ciclisti per ricordare loro l'importanza dell'utilizzo del giubbino o delle bretelle rifrangenti. L'ha realizzata il corpo di polizia provinciale, in collaborazione con l'Aribi, l'associazione per il rilancio della bicicletta (che aderisce alla Fiab onlus), puntando molto sulla comunicazione attraverso uno specifico e dettagliato volantino.

Sensibilizzazione sull'uso del giubbetto rifrangente – “Ci rivolgiamo agli utenti della strada e in particolare ai ciclisti, che anche nella nostra provincia negli ultimi anni sono aumentati, per sensibilizzarli sempre di più sull'uso del giubbetto rifrangente – sottolinea soddisfatto l'assessore provinciale alla Protezione Civile Fausto Carrara -. Un gesto importante per la propria sicurezza e per garantire una immediata visibilità a tutela della circolazione stradale, un'azione informativa che rientra nelle attività di prevenzione svolte dal corpo di polizia provinciale sulle strade bergamasche”.

Il giubbino può salvare la vita – “Condivido il pensiero dell'assessore – spiega invece la presidente dell'Aribi Gabriella Radici – e ribadisco che il giubbino può non piacere esteticamente, ma può salvare la vita. Aggiungo che mi sembra inutile ricordare di accendere anche i fari”.

Fonte – ilgiorno.it

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Cupra Born elettrica al top nelle prove di Green NCAP

Sciopero 10 ottobre 2022

Sciopero 10 ottobre 2022 trasporto pubblico: orari e fasce garantite

Giovani al volante: perché non rispettano le regole?