Aversa, il comitato anti strisce blu invita il Sindaco Ciaramella a fare il giro della città insieme.

Il Sindaco Ciaramella continua a raccontare le sue verità sul buon funzionamento del piano parcheggi, con quella odierna è la seconda volta che il Sindaco esce in compagnia del comandante Guarino...

19 maggio 2010 - 13:39

Il Sindaco Ciaramella continua a raccontare le sue verità sul buon funzionamento del piano parcheggi, con quella odierna è la seconda volta che il Sindaco esce in compagnia del comandante Guarino per controllare il buon funzionamento delle strisce blu illegali.

Le strisce blu fatte ad Aversa sono illegali, è non perchè lo diciamo noi del comitato ma perchè è scritto nel Codice della Strada, infatti l'art. 7 comma 6 dice: le aree destinate a parcheggi devono essere ubicate al di fuori della carreggiata e comunque in modo che i veicoli parcheggiati non ostacolino lo scorrimento del traffico.

Questa regola ci è stata più volte confermata dal direttore del Ministero delle Infrastruttore e dei Trasporti Ing. Sergio Dondolini, che in seguito alle nostre richieste sulla corretta ubicazione delle strisce blu ad Aversa, ci ha confermato che ad Aversa le strisce blu sono illegali, la risposta è contenuta nella circolare n° 0065235 del 25/06/2009, di seguito riportiamo i tratti salienti della circolare.

Ma se non bastasse ci sono centinaia di sentenze di Giudici di Pace a favore dei cittadini che hanno proposto ricorso proprio per l'irregolare ubicazione sulla carreggiata delle strisce blu, basta farsi un giro in rete per capire in che maniera le amministrazioni ci stanno mettendo le mani in tasca.

Inoltre sempre dal Ministero delle Infrastrutture, abbiamo ricevuto una nuova circolare avente il protocollo 25783 del 22/03/2010, dove il direttore generale indica l'impossibilità di sanzionare gli automobilisti che sostano con il ticket scaduto, perchè in questo caso si configura una inadempienza contrattuale, che implica il recupero delle somme eccedenti oltre alle eventuali penali stabilite nel regolamento comunale, ai sensi dell'art. 17 C132 della legge 127/1997.

Vogliamo anche ricordare che la Cassazione a sezioni unite con la sentenza 5954 del 10/05/2000, ha chiarito che senza una effettiva custodia del veicolo non vi è obbligo da parte dell'automobilista di pagare nulla, perchè in caso di parcheggio gestito da società private “come ad Aversa” non si preconfigura il pagamento della tassa per l'occupazione di suolo pubblico.

 

Tutte queste inadempienze normative sono già state denunciate all'amministrazione, ma l'amministrazione ci ha liquidati con risposte vaghe è senza fondamento legislativo, a seguito di ciò il comitato ha sporto denuncia querela per truffa ai danni dei cittadini a carico dell'amministrazione Ciaramella.

A dimostrazione che il piano traffico non funziona, perchè nessuno si può permettere di pagare 18 euro al giorno, vogliamo mostrare alcuni dei filmati presenti sul nostro canale video su www.youtube.com/giuseppeoliva, i video mostrano dove i cittadini stanno parcheggiando pur di non pagare, i sistemi come vedrete sono i più disparati, si va dai bollini di falsi invalidi, alla sosta sui marciapiedi, sosta negli stalli per disabili senza nessun bollino, occupazione degli stalli per moto, strisce pedonali etc etc, il bello è che molte di queste auto sono sempre le stesse, ma stranamente anche in presenza di pattuglie dei vigili urbani proprio a pochi metri di verbali neanche l'ombra.

fonte – aversa.blogolandia.it

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Multa Roma

Multe Roma: dal 1° novembre 6 nuove telecamere sulle preferenziali

Halloween 2020: come proteggere l’auto dai danni e cosa fare

Incentivi auto elettrica

Incentivi auto Piemonte 2020: fino a 12.000 euro con rottamazione