Autovelox nascosto? E' polemica sui controlli fra Modena e Sassuolo

Il comando di Formigine replica alle accuse di un automobilista che ha fotografato un velox coperto dal cartello che avvertiva dei controlli. "Serviva come ulteriore avviso, non per coprire".

27 giugno 2010 - 17:30

Il comando di Formigine replica alle accuse di un automobilista che ha fotografato un velox coperto dal cartello che avvertiva dei controlli. “Serviva come ulteriore avviso, non per coprire”.

Modena. A ruoli invertiti. Questa volta è stato un automobilista a fotografare le infrazioni (e sono almeno tre) della polizia municipale. Le immagini sono state catturate ieri pomeriggio intorno alle 16 e 10. Fotoreporter del caso è stato un lettore che dal cavalcavia poco distante ha immortalato il velox mobile piazzato, in barba alle regole del codice della strada, all'altezza dello svincolo di uscita per Casinalbo, sulla Modena-Sassuolo.

Ecco le cose che non tornano nelle tre immagini: per primo il cartello di segnalazione dei controlli con il velox andava posizionato qualche centinaio di metri prima. 'Dimenticanza' non da poco, dato che, seconda cosa che non torna, un automobilista passando da quelle parti non poteva certo pensare che 'incollato' dietro al segnale ci fosse l'occhio elettronico, praticamente invisibile. Terza 'particolarità' dell'episodio di ieri: come si può vedere le vetture della municipale sono parcheggiate ben distanti (e ben coperte) dalla macchinetta mangia punti. E anche questo, stando al codice, non torna. Ce lo conferma, parlando di un episodio «scandaloso» il vicepresidente regionale del Codacons, Fabio Galli.

«Sì, quelle immagini sono scandalose. Il primo obiettivo della polizia municipale dovrebbe essere fare prevenzione e non badare a questioni economiche». Il Codacons nel censurare con fermezza quanto accaduto ribadisce un concetto già noto ai più: «L'articolo 43 del codice della strada richiede la presenza visibile – termine sottolineato più di una volta – degli operatori… un comportamento così poco trasparente nuoce all'immagine della polizia municipale, è irrispettoso nei confronti degli agenti in servizio e contribuisce alla creazione di altro contenzioso. Ci duole – attacca il coordinamento di associazioni per la tutela dell'ambiente e dei diritti di utenti e consumatori -ritornare sulle cose già dette ma ormai è assodato che i Comuni per far cassa usano il codice della strada stravolgendolo. Il cartello, che nelle foto è praticamente attaccato allo strumento per la rilevazione della velocità, non solo – conferma il Codacons – andava messo centinaia di metri prima dello strumento stesso ma, così posizionato, trae addirittura in inganno gli automobilisti facendogli credere che lo strumento stesso è più avanti».

Inoltre, conclude la nota del Codacons diffusa in serata dopo la comparsa delle fotografie, «la 'curiosa' necessità di impegnare due autovetture istituzionali ed almeno i due rispettivi autisti, sottraendo cosi preziose risorse alla prevenzione». Non resta che aspettare, sempre che arrivi, una replica da parte del comando.

“AUTO DEI VIGILI NASCOSTE? NO, IN POSIZIONE DI SICUREZZA”

Non si è fatta attendere la risposta del comandante della polizia municipale di Formigine, Mario Rossi, alle accuse arrivate alla nostra redazione da un automobilista, e sostenute dal Codacons, che ci aveva segnalato irregolarità sulla posizione dei cartelli di segnalazione dell'autovelox sulla tangenziale Modena-Sassuolo: insegna troppo vicina all'impianto, auto dei vigili nascoste e in numero eccessivo. La replica del comandante tocca i punti contestati uno per uno. «Era presente un doppio cartello e ci sono fonti normative che dimostrano la regolarità della postazione: per legge la posizione del cartello di segnalazione che, in un tratto di strada extraurbana senza interruzioni, deve essere collocato ad una distanza massima di 4 km, fino ad un minimo di 250 metri – spiega Rossi – Nel nostro caso la segnaletica era presente e il cartello fotografato dal lettore era un ulteriore rafforzativo del segnale, collocato proprio ad evidenziare la postazione stessa.

Riguardo alla presenza dell'automobile dei vigili – continua Rossi – la direttiva del Ministro sottolinea come le postazioni di controllo mobili possano essere rese ben visibili ricorrendo ove fosse possibile all'impiego di veicoli con i colori istituzionali, ma in questo caso il veicolo non era utilizzato come postazione, ma come semplice mezzo di trasporto e per questo doveva essere collocato dove gli operatori ritenessero più opportuno per la sicurezza stradale – sottolinea il comandante – Il dispositivo poi è continuamente sorvegliato e monitorato dagli agenti che hanno l'obbligo di posizionare il dispositivo in modo ben visibile a margine della carreggiata, in questo caso il veicolo, trattandosi di una strada extra-urbana principale, non è collocabile nella corsia d'emergenza su cui è proibito fermarsi».

 A proposito delle due auto. «Era in corso un cambio di turno delle pattuglie operanti sulla strada, non succede mai che rimangano due auto. Gli agenti possono essere uno o due, ma accade anche che la macchina si allontani in caso di necessità del mezzo altrove».

1 commento

fede
20:09, 28 settembre 2010

Salve a tutti
Oggi ho ricevuto notificata una multa per superamento limiti di velocita' sulla stessa strada Modena-Sassuolo dal Comando polizia municipale di Formigine.
Sinceramente non ho mai visto il cartello segnaletico della presenze di autovelox ne tantomeno ho visto una volante dei vigili fermi ad un posto di blocco.
Leggendo sopra il blog credo che sia un brutto vizio da parte degli stessi vigili di Formigine per batter cassa e far entrare soldi in Comune a discapito di noi poveri giovani disoccupati che siamo costretti a girare in macchina alla ricerca di un posto di lavoro,
A questi deficienti mi viene solo voglia di dire: FATE SCHIFO VERGOGNATEVI CAMBIATE MESTIERE…se qualcuno sa dirmi come fare per tutelarmi da questo abuso di potere gliene saro grato…

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Monopattini in sharing

Monopattini in sharing: chiesta la rimozione per elevato rischio di contagio

Acquisto auto online: lo farà il 10% degli italiani entro il 2030

Auto nuova: noleggio a lungo termine o acquisto?