Autovelox a Palermo: le novità sui nuovi controlli del 2013

Aumentano i controlli con gli autovelox a Palermo, nel 2013 arriveranno due nuove postazioni fisse e le foto notturne

11 febbraio 2013 - 8:00

La telenovela degli autovelox a Palermo si arricchisce di una puntata: aumenteranno le postazioni fisse in viale Regione. La gara per l'incremento delle macchinette fisse dovrebbe partire a breve, e la stessa dovrebbe essere aggiudicata entro fine 2013 (probabilmente vincerà la Sodi Scientifica, che produce gli autovelox già comprati dal Comune di Palermo).

IN ARRIVO ALTRE DUE “POSTAZIONI FISSE” – Gli autovelox acquistati saranno solo due nuovi box comprensivi di installazione degli stessi, il cui costo dovrebbe aggirarsi intorno agli 8.000 euro ognuno. I due box saranno posizionati in viale Regione Siciliana, tra la zona di Bonagia e via Oreto (non si sa ancora in quale direzione, se Trapani o Catania); e in viale Regione Siciliana, tra via Belgio e Viale Lazio (non si sa in quale direzione). La Polizia municipale sta anche pensando di acquistare il software e il kit per il controllo da remoto, così gli agenti potranno scaricare la memoria direttamente dagli uffici e non sarà più necessario che qualcuno si rechi ogni giorno alla postazione autovelox. Considerato l'elevato numero di foto scattate, la memoria si esaurisce quasi quotidianamente. Grazie al monitoraggio costante, si eviteranno gli scatti inutili dovuti, magari, a pioggia o sporco sui box.

PERCHE' QUELLE ATTUALI SONO LI? – Con l'occasione, abbiamo indagato anche sulla posizione dei due autovelox attuali. Perché quelle due macchinette non sono state piazzate vicino a zone a più alta incidentalità? Fonti vicine agli ambienti della Polizia municipale confessano che l'attuale posizione dei due velox di viale Regione (altezza sottopasso di via Nave e ponte di via Basile) fu scelta non solo in base all'incidentalità, ma anche per ragioni puramente tecnico/logistiche: la presenza del sottopassaggio pedonale di via Nave e del ponte di via Basile avrebbe permesso ai tecnici di avere facile accesso alla corrente elettrica, requisito fondamentale per alimentare le due postazioni, contenendo così i costi di installazione. È pertanto evidente che la scelta della postazione dell'autovelox non sempre viene dettata solo dall'esigenza di migliorare la sicurezza stradale: talvolta, ha anche altre ragioni. Che poco hanno a che fare con i sinistri. Ci auguriamo, tuttavia, che le future due postazioni vengano piazzate solo per migliorare la sicurezza stradale, prescindendo da particolari esigenze tecniche.

ARRIVANO LE MULTE DI NOTTE – Obiettivo dei controlli da parte della Polizia municipale è la riduzione del numero di incidenti stradali. “I risultati del 2012 sono confortanti – si legge nella nota del Comune -: in viale Regione Siciliana, con l'adozione di strumentazione con tecnologia avanzata e l'installazione dei box in postazione fissa, si è potuto apprezzare una sensibile diminuzione del numero totale degli incidenti, soprattutto di quelli con esito mortale”. Attualmente, la Polizia municipale è dotata di 4 Autovelox 105 SE (prodotto dalla Sodi Scientifica), due installati nella postazioni fisse di cui parlavamo qui e due usati per le postazioni mobili. In più, i Vigli sono dotati di un telelaser non provvisto di stampante o registrazione video, quindi è obbligatoria in questo caso la constatazione immediata: l'agente deve fermare il guidatore, e consegnargli il verbale a in mano. Niente multe a casa. A breve inizieranno anche le rilevazioni notturne tramite i due autovelox fissi, visto che sono stati montati i flash: manca solo l'interfacciamento alla postazione fissa. Si attende, in questo caso, l'intervento della ditta (Sodi scientifica).

OLTRE 3 MILIONI DI EURO – Nostre fonti assicurano che di norma gli autovelox fissi vengono tarati a 80-85-90 km/h a seconda delle condizioni del traffico. È ovvio che – più bassa la taratura – più elevate sono le probabilità di appioppare multe, e quindi di incassare il denaro delle multe. A tale proposito, ricordiamo che, nel 2012, un quarto degli introiti derivati dalle multe è stato dovuto agli autovelox (circa 35.000 multe, oltre 3 milioni di euro). Quest'anno si ci attende di raddoppiare le multe visto che ci saranno anche i velox di notte. Il 70% delle multe è nella fascia 10-40 km/h , il 20% sopra i 40, un 5% sotto i 10 km/h e un 5% sopra i 60 km/h. Va anche evidenziato che, in altri settori, si sono ridotte le multe e gli introiti, tipo sulla sosta tariffata visto che ormai raramente le persone non mettono il “grattino”. Lo street control non ha dato i risultati sperati sul fronte della sosta vietata (solo un lieve calo iniziale), quindi si sta puntando alle corsie preferenziali.

IL CONTROLLO SULLE MULTE – Per evitare errori, oggi le foto scattate dagli autovelox sono viste due volte: prima dal responsabile del servizio che si assicura che la foto sia valida e rileva la targa, poi c'è l'accertatore vero e proprio che controlla nuovamente la targa. Ricordiamo che l'autovelox 105 SE è in grado di rilevare la corsia di marcia del veicolo che supera la velocità. Può esservi d'aiuto sapere che, a questo indirizzo, dal 28 dicembre 2012 si possono controllare le multe ricevute con l'autovelox (anche se, mentre l'articolo va online, il servizio non risulta attivo). Va infine rammentato che, dal 1° gennaio 2013, le multe sono rincarate, e non fanno certo eccezione quelle per eccesso di velocità. A rischio anche le spese di notifica delle sanzioni a casa, con incrementi ipotizzati di quasi un euro, dalle vecchie 11,86 euro, per via delle nuove tariffe delle Poste.

CALENDARIO DEI CONTROLLI – Sul sito della Polizia municipale c'è l'elenco delle strade oggetto dei controlli della velocità, che sarà aggiornato di settimana in settimana. A seguire l'elenco delle postazioni previste a partire dall'11 febbraio e per le prossime due settimane:

Postazioni mobili: (rilevazione fotografica)
Viale Regione Siciliana N.O. carreggiata centrale direzione CT
Viale Regione Siciliana N.O. carreggiata centrale direzione TP
Viale Regione Siciliana S.E. carreggiata centrale direzione CT
Viale Regione Siciliana S.E. carreggiata centrale direzione TP

Postazioni mobili: (rilevazione telelaser)
Viale Regione Siciliana N.O. carreggiata laterale direzione CT
Viale Regione Siciliana N.O. carreggiata laterale direzione TP
Viale Regione Siciliana S.E. carreggiata laterale direzione CT
Viale Regione Siciliana S.E. carreggiata laterale direzione TP
Viale Margherita di Savoia
Viale dell'Olimpo
Viale Diana
Viale Ercole
Via Libertà
Via E. Basile
Via Pitrè
Viale del Fante
Viale Michelangelo
Via R. Nicoletti

Box fisso:
Viale Regione Siciliana N.O. carreggiata centrale direzione CT altezza Via Nave
Viale Regione Siciliana S.E. carreggiata centrale direzione TP altezza Via E. Basile.

1 commento

Adriano
17:57, 20 febbraio 2013

semplicemente ridicoli! è palese che l'unico motivo di questa buffonata è fare cassa perchè gli incidenti avvenuti in passato non sono assolutamente limitrofi alle postazioni attualmente presenti in viale regione e neanche limitrofi a quelle in previsione (ad eccezione di quella all'altezza della via oreto). penso che sarebbe più doveroso punire l'inciviltà dilagante che spesso paralizza completamente la città. (doppia e tripla fila, infrazioni varie come l'attraversamento di un tratto in controsenso con diversi incidenti causati, guida pericolosa della gran parte dei motori che mette arepentaglio la propria sicurezza e quella degli altri, guida pericolosa e veloce in piena città dei molto diffusi esemplari di panormosauro, gente che causa incidenti ancche gravi ed è capace di cappottare in via sciuti, via leopardi e corso calatafimi e visti con i miei occhi) la verità è che quel tipo di sanzioni non fa “gola” mentre sanzionare gente che va a più di 70 in viale regione è molto facile e redditizio per chi di questi tre milioni di euro ha fatto un abbuffata…ridicolo non ammettere l'evidenza…bravi continuate così ma tanto prima o poi come dice il detto “chi semina vento raccoglie tempesta”. quindi prima o poi ognuno ha ciò che merita. viva Palermo! abbasso le sue penose istituzioni!

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Green NCAP, il tool per misurare l’efficienza auto: come funziona

Test e-Fuel e Biodiesel: quanto diminuiscono le emissioni auto?

Eccesso di velocità: in Austria confisca del veicolo per chi corre