Auto usate, a ottobre doppiano le nuove: 307.910 passaggi di proprietà

Ottobre segna il record delle auto usate: oltre 200 passaggi ogni 100 immatricolazioni, con il diesel in continua ascesa

Auto usate, a ottobre doppiano le nuove: 307.910 passaggi di proprietà
Il mercato delle auto usate di ottobre 2018 conferma ogni dubbio sull'idea degli italiani in fatto di comprare un'auto nuova: il record di 307.910  passaggi di proprietà significa che su 100 auto nuove vendute 207 sono usate. Se dalle concessionarie escono sempre meno auto diesel (-27,5% per l'esattezza, rispetto ad ottobre 2017), i passaggi di proprietà delle auto a gasolio crescono di quasi il 10%. L'effetto dei blocchi al traffico nelle regioni del bacino padano, produce già i primi effetti anche sulle radiazioni delle auto Euro3, in aumento proprio al nord, in attesa degli incentivi annunciati dal Ministro dell'Ambiente.

AUTO USATE IN CRESCITA DA MESI

Il mercato delle auto usate a ottobre è cresciuto dell'8,8%, vale a dire il 4,1% in più ogni giorno rispetto allo stesso mese del 2017 secondo il bollettino Auto-trend dell'Automobile Club d'Italia. Ma se queste percentuali possono risultare poco indicative in termini di volumi, basta pensare che nei primi 10 mesi del 2018, in media, hanno cambiato proprietario 155 auto usate ogni 100 auto nuove immatricolate. Il sorpasso record delle auto usate sulle prime immatricolazioni è l'apice di un trend al quale abbiamo assistito anche nei mesi precedenti: già a settembre ci sono stati quasi 250 mila passaggi di proprietà. La variazione dei passaggi di proprietà da gennaio ad ottobre 2018 è positiva sia per le auto a benzina (+3%) sia per le auto diesel (+6,5%).

AUTO USATE, DIESEL E BENZINA

Nel confronto con le auto nuove, l'unica quota in continua contrazione è solo quella delle nuove auto a gasolio, mentre a causa dell'incertezza sul futuro del diesel anche le prime immatricolazioni a benzina  sono ripartite. Basta guardare la variazione positiva, anche se con numeri molto inferiori, delle auto a benzina nuove vendute a ottobre (+28%) rispetto a quelle usate (+5,5%). E' chiaro che complessivamente il parco auto circolante in Italia è composto tradizionalmente per metà da veicoli a gasolio, che l'ACI stima in 16.900.000. Mentre il Ministro dell'Ambiente Costa annuncia l'intenzione di predisporre un dialogo con il Ministero dei Trasporti sugli incentivi alla rottamazione di auto Euro 3 o più vecchie, i blocchi al traffico hanno creato già un incremento delle radiazioni nelle regioni del nord.

ROTTAMAZIONI IN AUMENTO ANCHE SENZA INCENTIVI

Ad ottobre è aumentato il numero di auto Euro 3 rottamate (29,1%, +1,1%, mentre le classi inferiori sono in contrazione), praticamente quelle maggiormente interessate dai blocchi e nelle file che circoscrivono le auto più inquinanti sottoposte allo stop. Al nord infatti è del +17% la crescita di radiazioni rispetto al mese di ottobre 2017, con un picco che interessa proprio le regioni in cui sono attivi i blocchi a tappeto: Lombardia (+27,3% con 32.290 radiazioni mentre i passaggi sono 51.295), Emilia Romagna (+13,3% con 11.441 radiazioni) e Piemonte (+12,6% con 10.787 radiazioni) alle quali si aggiungono Valle d'Aosta (+27,5%) e Trentino (+12,8%) mentre nel Lazio, per avere un'idea più chiara, le radiazioni di auto ad ottobre 2018 si sono fermate a +7,7% rispetto all'anno precedente.

Pubblicato in Novità Auto il 08 Novembre 2018 | Autore: Donato D'Ambrosi


Commenti

Manutenzione Lampade Auto

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri