Questo sito contribuisce alla audience de

Auto usata: un algoritmo potrà prevederne la vita residua

L’Università di Torino ha realizzato un software che scansiona l’auto, capisce quanto è davvero usata e gli anni di vita utile che gli restano

Auto usata: un algoritmo potrà prevederne la vita residua
Un algoritmo che potrà cambiare il modo di acquistare un'auto usata con più sicurezza, ma anche di guidarla nel tempo sapendo cosa si sta usurando. E' la novità presentata dal Politecnico di Tornio che ha realizzato un metodo scientifico per sapere quanti anni di vita restano a un'auto usata sulla base di una serie di valutazioni che non sono solo i km ad oggi l'unico strumento più accessibile per i consumatori. Una rivoluzione accolta anche dall'associazione di categoria di commercianti di veicoli usati che ha proposto più chiare indicazioni europee che saranno discusse a Bruxelles.

ANTI TRUFFA E MANUTENZIONE PREDITTIVA

Lo abbiamo detto un sacco di volte, l'auto usata tiene in moto uno dei mercati più attivi in Italia (si contano a gennaio 2019 187 auto usate vendute ogni 100 immatricolazioni di veicoli nuovi). Ma l'affare del secolo può rivelarsi un bidone colossale se si perde la testa per una delle tante "auto chilometrate", cioè quelle auto recenti perfette per essere ringiovanite abbassando la percorrenza mostrata dal contachilometri. Ecco perché abbiamo realizzato una guida all'acquisto dell'auto usata con la check-list dei controlli che tutti possono fare. Controlli che l'algoritmo sviluppato dal team di ricerca del Politecnico di Torino potrà fare in autonomia e segnalare anche al guidatore quando qualcosa sta per usurarsi e lanciare l'alert sulla manutenzione da fare.

COME FUNZIONA

L'algoritmo progettato al Dipartimento di Ingegneria Gestionale e della Produzione del Politecnico di Torino (DIGEP)
"Una formula che non solo fa la radiografia della vettura al momento, ma che potrà anche essere utile per l'utilizzo futuro e il continuo monitoraggio dei chilometri percorsi, età del veicolo, ma anche lo stile di guida e il carico da stress a cui è stato sottoposto. - spiega Luca Mastrogiacomo, docente del DIGEP - Sono alcuni esempi di variabili tenute in conto dall'algoritmo che consente non solo di calcolare la durata residua di un veicolo usato al momento del suo acquisto, ma in prospettiva anche di trasformarlo in un dispositivo che, installato sulla vettura e collegato a un'app, fornisce in tempo reale all'utilizzatore lo stato di usura, componente per componente, e di prevederne eventuali guasti consentendo di pianificare e ottimizzare la sua manutenzione".

MERCATO FLORIDO IN ITALIA E EUROPA

In Italia ci sono oltre 157mila aziende che operano nella compravendita di veicoli e si contano 440mila addetti, secondo i ricercatori. Lo scorso anno, più della metà delle vendite del settore automotive ha riguardato l'usato. Anche in  Europa i numeri sono importanti: dal 2011 al 2016 il numero dei veicoli circolanti è salito da 243 a 257 milioni e, in questa classifica l'Italia si piazza al secondo posto con 37,8 milioni dietro la Germania e davanti a Regno Unito e Francia. Un dispositivo che potrà aiutare a scovare le truffe di auto usate più facilmente ma che è stato ben accolto tra le proposte per  tutelare il comparto dall'Associazione italiana rivenditori veicoli d'occasione (AIRVO) a un tavolo tecnico che sarà istituito presso il Parlamento europeo. Restate collegati poiché torneremo a raccontarvi di più.

Pubblicato in Attualità il 07 Febbraio 2019 | Autore: Donato D'Ambrosi


Commenti


Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri