Auto nuova, solo 3 italiani su 10 restano fedeli al Marchio

Gli automobilisti italiani sono più infedeli rispetto alla media europea: un’indagine rivela le abitudini di chi entra in concessionaria

Auto nuova, solo 3 italiani su 10 restano fedeli al Marchio
L'amore incondizionato degli italiani per l'auto posseduta sembra solo un nostalgico ricordo di quando nonostante i difetti o le delusioni spesso e volentieri si sperava sempre che il nuovo modello dello stesso Marchio fosse migliore. Un'abitudine che gli italiani sembrano aver perso e favorita da partnership e joint-venture tra Costruttori che in nome delle economie di scala hanno un po' scolorito la personalità distintiva di quello o quell'altro modello. L'indagine condotta da un importante fornitore mondiale di sistemi informatici integrati rivela infatti che il 72% degli acquirenti d'auto Italiani non è fedele al marchio e solo la metà si rivolge alle officine della rete per gli interventi di manutenzione, sai che puoi farli in qualsiasi officina anche in garanzia? Scopri come nel video qui sotto.

3 SU 10 TORNANO NELLA STESSA CONCESSIONARIA

L' indagine presentata da CDK Global Italia  rivela che circa tre quarti degli acquirenti italiani di automobili non sono fedeli a una concessionaria o ad un marchio specifico. E di conseguenza anche le scelte basate sullo specifico marchio o modello, stanno diventando sempre meno significative. Sul comportamento dei consumatori, ha rivelato che la fedeltà al brand per le vendite di auto nuove in Italia si attesta appena al 28%, ben al di sotto della media europea del 45%. Inoltre, solo il 34% dei nuovi acquirenti di automobili intervistati, ha acquistato il proprio veicolo da una concessionaria cui si era rivolto in precedenza per un altro acquisto. Questo cambiamento è guidato da una nuova "mentalità dell'esperienza del cliente", secondo l'azienda, ma quando si parla di manutenzione e tagliando auto in garanzia non tutti hanno le idee chiare. Guarda il video sotto sulla Direttiva Monti e quanto ne sanno gli italiani intervistati sulla corretta manutenzione.

OFFICINE INDIPENDENTI FIDELIZZANO MEGLIO

La fedeltà al marchio nel post-vendita risulta notevolmente peggiore nel sondaggio: solo il 27% dei nuovi acquirenti di automobili rimane fedele a un brand per i servizi post-vendita. I risultati mostrano che, tanto nel settore del nuovo quanto in quello dell'usato, la fedeltà nel post-vendita è molto più elevata per le officine indipendenti rispetto a quelle ufficiali, con l'83% degli acquirenti di autoveicoli fedeli a un punto vendita indipendente, rispetto al solo 51% per i punti vendita ufficiali dei Costruttori.

LA SOLUZIONE E' MANTENERE IL CONTATTO CON I CLIENTI

"Attrarre un nuovo cliente può costare fino a sette volte di più che mantenerne uno esistente", secondo  CDK. "Per aiutare i clienti a sentirsi apprezzati e ottimamente assistiti, le concessionarie dovrebbero cercare di mantenere contatti regolari e personali con loro più volte nel corso dell'anno. Potrebbero, ad esempio, utilizzare il loro sistema informatizzato per veicolare le notifiche "intelligenti" per esempio, promemoria sull'imminente scadenza della revisione, oppure offerte su auto nuove al termine dell'operazione di finanziamento, o magari offerte di veicoli più grandi quando la famiglia si allarga. Queste iniziative "su misura", possono essere automatizzate nell'ambito di processi predefiniti di "Smart Automotive Retail", e ciò potrebbe significare, per i concessionari, trattenere il 42% dei clienti che dichiara di voler acquistare altrove la prossima auto".

Pubblicato in Attualità il 05 Dicembre 2017 | Autore: Donato D'Ambrosi


Commenti

Manutenzione Lampade Auto

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri