Auto in panne: la colpa è sempre della batteria scarica

Un'indagine del TCS ha analizzato i casi di guasti alle auto negli ultimi anni. Tra le cause più frequenti di panne la batteria scarica non manca mai

27 maggio 2013 - 7:00

Il Touring Club Svizzero in collaborazione con l'ADAC ha svolto un'indagine sui malfunzionamenti accorsi alle auto in Germania negli ultimi sei anni. Tra fari mal funzionanti, tubi e cavi rosicchiati dai roditori e chiavi chiuse nell'abitacolo, la batteria esausta è tra le cause più frequenti che ha interrotto il viaggio degli automobilisti tedeschi.

A COSA SERVE – I due Club, che offrono assistenza e soccorso stradale agli automobilisti europei, hanno realizzato uno studio sull'affidabilità delle auto nuove vendute negli ultimi anni. Tutti i modelli in circolazione negli ultimi sei anni che in Germania hanno raggiunto almeno 10 mila immatricolazioni in un anno e almeno 5 mila immatricolazioni negli altri, sono stati oggetto di valutazione per cause e numero di guasto. In totale 93 modelli di 25 marchi hanno dato dimostrazione della loro robustezza, soprattutto riguardo alle componenti dedicate all'avviamento del motore (alternatore, batteria e motorino) molto sollecitate dai dispositivi Start&Stop e dall'elettronica sempre più evoluta. L'indice di panne, cioè il numero di guasti ogni 1000 veicoli immatricolati in Germania, è stato calcolato per ciascun anno d'immatricolazione e modello in base ai casi rilevati.

IL MORSO DELLA MARTORA – Al numero di panne è applicato un indice di correzione per bilanciare la differenza di chilometri tra modelli della stessa serie, tuttavia, secondo il TCS, la percorrenza sarebbe rilevante solo nella metà delle panne registrate. I tecnici svizzeri e tedeschi sono intervenuti in oltre 500 mila panne, che producono uno spaccato sulla qualità e la resistenza delle auto. C'è da dire che non sempre un guasto meccanico è imputabile a difetti di progettazione o produzione ma spesso anche a una scarsa attenzione per la manutenzione ordinaria. I dati diffusi dal TCS, mostrano comunque un miglioramento globale della solidità di gran parte delle auto, grazie, probabilmente, a politiche commerciali più attente alla soddisfazione del cliente automobilista. Ma come le ciambelle, anche le auto non sempre nascono perfette e così tra difetti generalizzati, come i fari mal funzionanti e l'errore ECU motore, anche la natura tira i suoi brutti scherzi. Molti automobilisti, infatti, non sono rimasti bloccati per la foratura di uno pneumatico (panne non considerata dallo studio) ma perché le martore hanno rosicchiato i tubi del radiatore o i cavi dell'impianto elettrico.

LE MENO AFFIDABILI – Le auto tedesche, francesi, giapponesi, rumene e italiane hanno mostrato una buona e ottima affidabilità o l'hanno guadagnata negli anni. Noi ci siamo soffermati sui modelli che hanno dato molte noie come la Chevrolet Matiz (in Italia ha messo in pericolo gli automobilisti per l'ABS difettoso) che dal 2007 al 2009 ha avuto più di 48 panne ogni 1000 auto per alternatore, cavi rosicchiati e frizione difettosa. Non va meglio alla Honda Jazz che dal 2007 al 2012 ha subito un crescendo costante di guasti (oltre 30 per 1000 auto) alla luce dell'abitacolo sempre accesa e alle candele umide. E' andata male anche ai precedenti modelli di Hyundai i20, i30 e ix35 che, prima di fondare le radici in Germania, hanno richiesto ai soccorritori interventi all'impianto elettrico, alla sonda lambda, alla pompa del carburante e all'immobilizzatore elettronico. La Smart Fortwo scrive una storia (a lieto fine) fatta di molti grattacapi al motore, al cambio e al freno di stazionamento, problemi che negli anni si sono ridotti da oltre 48 a circa 4 panne per 1000 auto in circolazione. Per le statistiche approfondite vi invitiamo a consultare i risultati del TCS in allegato.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Riparazioni in officina

Assicurazione guasti meccanici auto: come funziona

Pressione pneumatici in inverno: quale valore e come regolarsi

Guida distratta: il 14% delle multe in una settimana solo in autostrada