Questo sito contribuisce alla audience de

Auto elettriche: le batterie innovative Toyota si caricano in 7 minuti

La nuova generazione di batterie agli ioni di litio sarà altamente efficiente stabile e si ricaricherà in tempi record, ma la strada è ancora lunga

Auto elettriche: le batterie innovative Toyota si caricano in 7 minuti
I ricercatori Toyota hanno messo a punto una nuova generazione di batterie agli ioni di litio basata su un elettrolita solido. Gli accumulatori con la nuova tecnologia potrebbero cambiare le sorti della mobilità elettrica, stabili e compatte possono fare il pieno in 7 minuti.

LA SVOLTA DELLO STATO SOLIDO

Un team di ricercatori Toyota dal 2011 è al lavoro per mettere a punto una nuova generazione di accumulatori agli ioni di litio. Il funzionamento delle attuali batterie Li-Ion si basa un elettrolita allo stato liquido, il quale può rendere gli accumulatori instabili, richiedendo inoltre una struttura contenitiva ingombrante e pesante. Il frutto del lavoro degli scienziati giapponesi sembra concretizzarsi in una batteria, la quale, secondo il Costruttore, risolverebbe non pochi problemi legati allo sviluppo della mobilità elettrica, a partire dai tempi di ricarica (per Mercedes è stupido produrre batterie in proprio). Grazie alla nuova tecnologia sarà possibile caricare le batterie in soli 7 minuti, inoltre aumentando la temperatura d'esercizio i tempi di ricarica si riducono ulteriormente, allineandosi a quelli dei supercondensatori.

MISCELE STABILI ED EFFICIENTI

Il lavoro degli ingegneri giapponesi si è concentrato nella ricerca e sviluppo di un elettrolita solido dalle spiccate caratteristiche di stabilità e conducibilità. Sono stati messi a punto due differenti elettroliti, uno più complesso, composto da una miscela di litio, fosforo, silicio, zolfo e cloro, e uno più semplice composto da litio, fosforo e zolfo. Il primo mix si è rivelato quello con la migliore conducibilità, con i tempi di ricarica più brevi e veloce nel fornire energia. La seconda miscela si è invece rivelata più stabile, sicura e idonea ad alti voltaggi. I due composti sono stati testati a lungo e in condizioni estreme e si mantengono stabili ed efficienti in un range di temperature compreso tra -30 e 100 gradi centigradi (leggi le nuove batterie litio-aria).

GRANDE CAPACITA' DOPO 500 RICARICHE

Con i due composti sono stati realizzati i primi prototipi di batterie, le quali hanno reagito in maniera soddisfacente alle prove di durata (leggi del robot che distribuisce batterie alle auto elettriche). Toyota ha comunicato che nonostante dopo il primo ciclo di ricarica la capacità, per via delle reazioni chimiche tra gli elementi, risulti ridotta del 10%, dopo 500 cicli questa si attesta al 75%. Inoltre gli accumulatori hanno dimostrato una bassa resistenza elettrica, consumando un'inezia durante i periodi di standby. La nuova tecnologia potrà avere un campo di applicazione molto vasto, spaziando dalla mobilità elettrica agli smartphone. La nuova generazione di batterie è ancora allo stadio sperimentale, Toyota sta proseguendo nello sviluppo ma non ha indicato tempi certi per il lancio dei nuovi accumulatori.

Pubblicato in Auto elettriche il 01 Aprile 2016 | Autore: Gabriele Amodeo


Commenti

Amedeo il giorno 02 Aprile 2016 ha scritto:

Per me il problema rimarrà sempre lo stesso : le batterie si potranno anche caricare in 2 minuti, ma dove trovare tutta la corrente elettrica per soddisfare un parco auto che ( solo in Italia) conta circa 30 milioni auto ?

Ivan il giorno 18 Aprile 2016 ha scritto:

Io attendo fiducioso gli sviluppi delle future batterie al magnesio, elemento molto più abbondante ed ecologico del litio, nonchè molto più economico da approvvigionare e da smaltire. Inoltre, da quel che ho letto, le batterie al magnesio sarebbero più leggere, economiche, sicure e durature di quelle al litio. Spero che i grandi finanziatori si rivolgano a questa tecnologia visto che è ben più promettente di quella al litio.


Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri