Volvo: in arrivo la ricarica wireless che resiste alle condizioni estreme

Un caricatore bidirezionale che funziona anche attraverso il ghiaccio è l'ultimo investimento di Volvo nelle auto elettriche

16 gennaio 2019 - 19:12

Volvo conferma di essere sempre attenta agli sviluppi della mobilità. L'azienda ha costituito una specifica unità chiamata ad investire nelle società che si dimostrano capaci di proporre le soluzioni più innovative e profittevoli. Oggetto dell'ultimo investimento è la Momentum Dynamics Inc, una società operativa nella ricarica wireless ad alta potenza di veicoli elettrici. L'azienda ha sede a Philadelphia e sviluppa e commercializza uno specifico caricabatterie induttivo ad alta potenza per l'industria automobilistica e dei trasporti. Volvo intende, nel prossimo futuro, estenderne l'applicazione a veicoli elettrici, autonomi e connessi grazie all'elevato voltaggio fino a 300kW. Diamo uno sguardo a tutti i dettagli relativi all'investimento.

MOBILITA' SOSTENIBILE Volvo, tramite la sua controllata Volvo Venture Capital, ha annunciato oggi un investimento in Momentum Dynamics Inc, una società leader nella ricarica wireless ad alta potenza di veicoli elettrici. La Momentum Dynamics è un'azienda con sede a Philadelphia, engli Usa, che sviluppa e commercializza uno specifico caricabatterie ad induzione ad alta potenza. Si tratta di uno strumento particolarmente adatto ai veicoli elettrici, autonomi e connessi. La tecnologia di trasmissione bi-direzionale dell'energia elettrica permette alla piastra ad induzione di funzionare in sicurezza anche attraverso acqua e ghiaccio adattandosi alle più dure condizioni ambientali. La piastra sviluppata è provvista di un'elevata capacità di ricarica fino a 300 kW e si adatta a camion, autobus e anche a macchine movimento terra. Insomma in Volvo sono fiduciose che le applicazioni industriali possano supportare la transizione elettrificata (Leggi Volkswagen investe 122 milioni nelle auto connesse di Volvo).

RIFORNIMENTI FACILI La ricarica elettrica senza fili consentirà a qualsiasi tipo di veicolo di collegarsi automaticamente, cioè senza l'uso di connettori specifici, alla rete elettrica. Senza la necessità per un conducente di collegare il proprio veicolo a una stazione di ricarica, il “rifornimento elettrico”, grazie alla tecnologia bidirezionale, permetterà un utilizzo più efficiente della capacità della batteria con conseguenti intervalli di guida più lunghi e tempi di ricarica ottimizzati. Momentum Dynamics sta conducendo progetti pilota in Europa e Nord America con flotte di automobili, autobus, camion e anche treni. “Per il Volvo Group stiamo rafforzando la nostra competenza e conoscenza della ricarica e della distribuzione di elettricità all'interno dell'ecosistema intorno al trasporto elettrico e alla fornitura di energia. Vediamo partnership, cooperazione e investimenti come la strada da percorrere in un ambiente in rapida evoluzione “, ha precisato Stefan Söderling, responsabile di Volvo Group Venture Capital.

UN OCCHIO SEMPRE APERTO Come detto Volvo Group, tramite la sua divisione Venture Capital, è costantemente alla ricerca di potenziali nuovi investimenti in aziende innovative a supporto del proprio business. L'obiettivo è guidare la trasformazione in corso nell'ambito della mobilità ed in particolare nei settori dell'elettromobilità, dei veicoli a guida autonoma e della connettività. Accelerare la crescita del nuovo business, significa lavorare su “idee proprie” ma anche investire in aziende che già realizzano prodotti, servizi e soluzioni nei settori dei trasporti e delle infrastrutture (Leggi Nissan presenta il crossover elettrico e integrale).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Kia HabaNiro: EV a guida autonoma vicina alla produzione in serie

Guida autonoma: il test del Pilot Assist su Volvo V60

Ricarica auto elettriche: le direttive antincendio dei Vigili del Fuoco