Porsche sperimenta un materiale che assorbe gli NOx dall'aria

Una tecnologia simile al filtro antiparticolato applicata alle pareti della fabbrica Porche trasforma gli NOx in acqua e azoto

22 gennaio 2019 - 21:00

Porsche ambisce a promuovere un modello sostenibile di mobiltà. Se nel futuro del marchio tedesco ci saranno le auto elettriche nel presente c'è attenzione anche alla catena produttiva. Il brand ha svelato la sua prima fabbrica ad “impatto zero”. E' stata scelta una tecnologia di trattamento delle superfici esterne del sito produttivo dove vedrà la luce la prima elettrica Porsche Taycan. Il materiale garantisce l'assorbimento degli ossidi di azoto su alcune sezioni della facciata del nuovo stabilimento. Si tratta di una scelta che si colloca in un contesto più ampio. L'intento è quello di rendere il processo produttivo della Porsche Taycan “CO2 neutrale”, ovvero senza emissioni aggiuntive di anidride carbonica in atmosfera. Insomma per il futuro la casa di Stoccarda ambisce ad azzerare l'impatto ambientale della catena di montaggio. Vediamo i dettagli del progetto.

MODELLO SOSTENIBILE Porsche saluta con entusiasmo quello che definisce un passo avanti verso la realizzazione della “Fabbrica a impatto zero”. Porsche ha scelto di utilizzare per la prima volta una tecnologia di trattamento delle superfici esterne del sito di assemblaggio capace di garantisce l'assorbimento degli ossidi di azoto. L'applicazione verrà effettuata su alcune sezioni della facciata del nuovo stabilimento dove avrà luogo la produzione della prima elettrica di Porsche, la Taycan. Gli elementi che verranno collocati sulla facciata sono realizzati in alluminio rivestiti da biossido di titanio. In questo modo viene creato un catalizzatore che scompone le particelle inquinanti che vengono assorbite in sostanze innocue quali acqua e nitrati. Il processo si verifica quando il materiale quando viene esposto ai raggi solari in presenza di un basso tasso di umidità nell'aria. Si tratta di un primo progetto pilota che vede Porsche impegnata nel collaudo del rivestimento che promette di essere in grado di assorbire gli NOx.

RIVESTIMENTO INTELLIGENTE Al momento il test viene effettuato su una porzione di facciata di 126 metri quadrati. L'azienda ha fato sapere che, ad oggi, questa soluzione tecnologica svolge l'azione di dieci alberi su una superficie paragonabile a quella di soli dieci posti-auto. Albrecht Reimold, responsabile della Produzione e della Logistica di Porsche, ha sottolineato che “Se la valutazione dei risultati ottenuti conferma le nostre aspettative, nulla impedirà l'utilizzo della tecnologia di rivestimento con capacità assorbente per gli ossidi di azoto su altri edifici e superfici” (Leggi Porsche e Audi si alleano per la guida elettrica), aggiungendo che “La sostenibilità è un concetto ampio, costituito da numerosi elementi e per questo ci impegniamo continuamente nella ricerca e nello sviluppo di misure da attuare per garantire alle nostre attività una sostenibilità sempre maggiore, su tutta la catena del valore.” Il test ha luogo proprio nel momento in cui, presso la sede di Porsche a Stoccarda, è in corso la costruzione del nuovo stabilimento che ospiterà la produzione della prima Porsche elettrica, il cui debutto è previsto per la fine dell'anno.

FUTURO ELETTRICO Lo scopo è quello di implementare le tecnologie in modo da rendere il processo produttivo della Porsche Taycan “CO2 neutrale”. Ciò significa che si svolgerà senza emissioni aggiuntive di anidride carbonica in atmosfera. Insomma si parte dalle elettriche per dare un segnale chiaro di discontinuità rispetto a quanto avvenuto in passato. Porsche decide di prestare attenzione alla sostenibilità nell'ambito della costruzione di nuovi edifici e impianti produttivi. L'impegno della casa è stato attestato, già in diverse occasioni, dall'ente tedesco per l'edilizia sostenibile DGNB. Il più recente riconoscimento conferito al brand, e relativo proprio alla costruzione del nuovo stabilimento dove verranno prodotti i sistemi di trazione elettrica della Porsche Taycan, ha certificato in “Platino” il livello dell'impegno verso la sostenibilità ambientale ad oggi profuso (Leggi tutti i dettagli sulla nuova Porsche Macan).

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Olio e lubrificazione delle auto elettriche ed ibride: cosa cambia?

Consumo Auto elettriche e diesel: il test di 5 modelli in estate e inverno

Quanta CO2 emette la produzione di un’auto elettrica?