Auto “americane”: ecco le 10 usate più vendute

Le auto nate negli USA spopolano anche in Europa, ecco la classifica e i prezzi medi delle usate più vendute

Auto “americane”: ecco le 10 usate più vendute
Come sappiamo bene in Italia le nuove immatricolazioni sono ancora quasi del tutto appannaggio di FCA (guarda qui gli ultimi dati di mercato di giugno), ma nell'usato e soprattutto sui portali di ricerca c'è ovviamente una grande richiesta per i Marchi di importazione americana. A poche ore dal Giorno di Indipendenza festeggiato negli Stati Uniti, un noto sito comparativo ha voluto celebrare il 4 luglio esaminando le auto "americane" usate che sono state più ricercate ed acquistate sul loro portale. Ma riusciranno le car statunitensi a resistere anche ad un'eventuale risposta dell'Europa ai dazi di Trump?

IL PODIO 

Casa statunitense per eccellenza, nonché vero pezzo di storia per il mondo dell'automobile, Ford piazza due delle sue vetture in cima alla top ten delle usate ma più in generale occupa ben metà della classifica con 5 modelli (scopri anche i 10 modelli più venduti con oltre 100.000 km). Il gradino più alto del podio è occupato da una delle vetture più apprezzate sul mercato, la Ford Fiesta, appena arrivata alla sua settima generazione. Ovviamente parlando di usato, è la sesta serie che più piace, quella lanciata nel 2008 e che secondo gli autori dello studio convince i clienti grazie a bassi costi di gestione e versatilità. Dalle ricerche, la Ford Fiesta del 2009 guadagna la testa della classifica grazie a 16.671 unità vendute negli ultimi due mesi, ad un prezzo medio di 5.300 euro. Al secondo posto la sorella maggiore Ford Focus: la seconda generazione è stata prodotta tra il 2004 e il 2011, ma in particolare è stato il modello del 2009 a convincere 12.444 clienti che l'hanno acquistata ad un prezzo medio di 6.600 euro. Al terzo posto un po' di Italia, o meglio solo un piccolo riflesso, perché troviamo la Jeep Renegade del 2016, che nonostante una costo medio di 21.200 euro è riuscita a raggiungere il podio vendendo 8.912 esemplari solo attraverso il sito.

LE DIMENSIONI CONTANO 

Sia per adeguarsi al mercato che per sfruttare al meglio gli sconfinati spazi disponibili, sappiamo che negli USA non si risparmiano certo sulle dimensioni (sai che anche in Europa i SUV piacciono sempre di più?), e ce ne accorgiamo anche scorrendo con gli occhi la classifica seguente. Lo conferma anche il quarto posto della familiare Ford C-Max nella prima versione, con il modello del 2010 che è riuscito a vendere 6.921 unità sul portale Autouncle.it ad una media di 8.500 euro ciascuna. Più piccola ma non meno forte in questo settore è la Chevrolet Matiz, uscita dal mercato italiano nel 2010 ma ancora ricercatissima: 3.751 esemplari negli ultimi due mesi ad un prezzo di 2.220 euro per il modello del 2006. Seguono poi due Ford che in comune hanno anche l'iniziale: la Ford Kuga del 2013, 3.730 unità a 16.800 euro, e la piccola Ford Ka del 2007, venduta 2.498 volte ad una media di 3.800 euro. Chiudono la top 10 altri tre SUV, di cui due Jeep e una Ford. Al settimo posto la Jeep Cherokee 2008, acquistata da 2.252 persone al prezzo medio di 13.400 euro, a cui segue la compatta Jeep Compass 2015 con 2.094 unità mediamente vendute a 23.700 euro. Infine tra le più apprezzate c'è la Ford Ecosport del 2016, che negli ultimi due mesi ha conquistato 1.818 acquirenti che l'hanno pagata in media 15.400 euro.

E CON I DAZI? 

Da qualche giorno tiene ormai banco la questione Trump, sempre più convinto e deciso ad innalzare i dazi doganali sulle auto prodotte nell'Unione Europea (leggi anche della decisione di Trump riguardo l'EPA). Attualmente sulle auto europee c'è una tassa doganale del 2,5%, mentre per quanto riguarda i pick-up la tariffa ammonta al 25%; differentemente, a prescindere dal modello, qualsiasi vettura americana che entra in Europa deve "pagare" un dazio pari al 10% del suo valore. Proprio per "pareggiare" i conti, il presidente degli USA ha scelto di inasprire le tariffe doganali, il che non solo danneggerebbe i grandi Costruttori Europei, ma andrebbe a creare difficoltà agli stessi americani, visto che uno studio dell'AAM (Alliance of automobile manufacturers) stima che la mossa di Trump costerebbe all'America ben 45 miliardi di dollari in più all'anno, pari a 5.800 dollari in più per ogni veicolo acquistato dai clienti. E se anche l'Europa dovesse rispondere con dazi più alti, riuscirebbero le auto americane a confermare i propri numeri nel Vecchio Continente?

Pubblicato in Attualità il 03 Luglio 2018 | Autore: Redazione


Commenti

Manutenzione Lampade Auto

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri