Audi chiude il miglior semestre della sua storia

Nei primi sei mesi del 2013 Audi è cresciuta del 6,4% nel mondo, consegnando circa 780.500 auto

23 luglio 2013 - 16:46

Grazie a una crescita del 6,4% rispetto all'anno precedente, Audi ha realizzato il miglior semestre della propria storia, relativamente alle vendite. Da gennaio a giugno, infatti, la Casa di Ingolstadt ha consegnato ai Clienti circa 780.500 automobili; nel solo mese di giugno, con circa 140.300 auto, la crescita si è attestata al 5,5% rispetto al 2012. Particolarmente significativa è stata la performance in Cina, con vendite cresciute del 33,5%, a cui si accompagnano i risultati in Gran Bretagna (+ 14,3%) e USA (+ 8,2%).

CINA E USA – Negli USA, la Audi Q5 ha avuto un ruolo significativo nel raggiungimento di risultati record: con 13.706 consegne (+8,2%) giugno 2013 è stato il secondo miglior mese nella storia di Audi negli Stati Uniti. Nei primi sei mesi, le vendite totali Audi sono cresciute del 14% (74.277 unità), mentre le consegne della sola Q5 sono aumentate del 35,2% (18.310 unità). In Cina la performance di giugno (44.479 auto +33,5% sul 2012) ha permesso di superare per la prima volta le 200.000 unità nella prima metà dell'anno: sono stati infatti 228.139 gli acquirenti di un'Audi, con un incremento del 17,7% sull'anno precedente.

L'EUROPA – In Europa, Audi ha affrontato un mercato in difficoltà nella prima metà dell'anno. Le vendite complessive, pari a 383.700 unità, sono scese del 2,5% rispetto allo stesso periodo del 2012. Tra i mercati principali spicca la Gran Bretagna in cui le consegne complessive ammontano a 74.051 vetture, con un incremento del 11,9% rispetto al 2012. Anche in Svizzera, continua il trend positivo con una crescita del 4,5% sul 2012, con 9.537 vetture. In Russia le vendite sono arrivate a 18.181 unità nei sei mesi (+9,8%). Sul mercato tedesco, invece, le vendite sono scese del 4,3% (128.345 unità). In perdita anche il mercato francese ( – 8,6%, con 30.218 auto) e quello spagnolo (- 3,1% con 21.085 auto).

L'ITALIA – In Italia Audi ha mantenuto una quota di mercato del 3,64%, rimasta invariata rispetto al 2012 e con un dato complessivo di 26.606 unità (-10,34%). Nel mese di giugno, le immatricolazioni sono state 4.883, con una riduzione del 2,63% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. La quota di mercato del singolo mese è invece pari al 4%. Fabrizio Longo, Direttore Audi Italia, ha dichiarato “In un contesto di mercato davvero impegnativo Audi ha mantenuto la leadership del segmento premium, grazie alla forza del prodotto e all'immagine del Brand. L'Italia si sta confermando un mercato importante per la A3 Sportback, di cui abbiamo registrato complessivamente 5.000 ordini da gennaio. Inoltre, non possiamo tralasciare il successo della trazione quattro, che rappresenta la scelta di oltre il 40% dei Clienti italiani” 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Incendi auto elettriche: in USA obbligo sprinkler anche all’aperto

Prezzo benzina oggi: quanto costa dopo l’aumento delle accise?

Autolavaggi in zona: come trovarli online