Vi sveliamo il futuro della Mini

Dopo la 5 porte sono allo studio una variante elettrica ed una spider

28 ottobre 2014 - 11:21

Oltre la Mini 5 porte. Cerchiamo di scoprire il futuro di questo modello che in Italia nei primi 9 mesi dell'anno occupa la diciassettesima posizione fra le top 20 con 13.569 vendite (+ 4,9%). Dopo la variante di carrozzeria a 5 porte ha preso il via la discussione strategica sul domani di questa icona inglese.

LEGGIAMO NELLA SFERA – Eloquente a riguardo il pensiero espresso al Salone di Parigi da Peter Schwarbauder, membro del board del Gruppo Bmw cui fanno parte i marchi Mini, Rolls Royce, Motorrad e la Divisione post vendita Bmw. “Non tutti i sette modelli oggi in listino della Mini resteranno in produzione. La gamma comprende 3 e 5 porte, Coupè, Cabrio, Roadster, Clubman e Countryman. Con netta prevalenza di quest'ultima rispetto alla berlina. Ne seguiranno sicuramente altri”. Questo modello nei primi 8 mesi dell'anno ha venduto in Europa 7.000 unità in meno rispetto allo stesso periodo del 2013. Anche negli Usa, primo mercato di Mini, si è registrata una flessione di 10 mila esemplari con uguale dinamica fra Countryman e tre porte.

RUMORS SU UNA ELETTRICA – Dopo il lancio della Bmw i3, gli ingegneri del colosso tedesco sono orientati ad arricchire il brand Mini, urbano per eccellenza, con una versione elettrica. Ma ancora non è dato sapere quando verrà realizzata. Dovrebbe essere la naturale evoluzione della concept Mini Superleggera due posti a cielo aperto e motore elettrico esposta al Salone di Parigi. Una carta vincente per il futuro Mini arriva dalla nuova piattaforma su cui è realizzata. Grazie alla flessibilità possono nascere idee inedite. Sul piano teorico, poi, si possono realizzare varianti di carrozzeria di lunghezza variabile fra i 3,5 ed i 4,5 metri, fra l'altro, arricchite da una tecnologia all'avanguardia.

SI LAVORA SUL NUMERO DEI MODELLI – Saranno ancora sette i futuri modelli Mini? Si sta discutendo molto sull'argomento: 5, 6, 7 o addirittura 10. Presto per dirlo al momento. E fra questi potrebbe arrivare anche una spider.

COME E' CAMBIATA LA 5 PORTE – Quello che mi ha più colpito è l'intelligente interpretazione del design esterno. E' stato sottoposto ad un ammirevole sviluppo evolutivo con un linguaggio formale e con una archiettura della scocca tipici del marchio abbinati a proporzioni indipendenti. Linea sportiva e filante grazie alla lunghezza della scocca cresciuta di 161 mm a 3,982 m, elegante calandra del radiatore esagonale, gruppi ottici e luci posteriori con larga cornice cromata. Una gamma di ben 13 vernici.

TIPICO GO-KART FEELING – La massima agilità della Mini su strada evoca il go-kart feeling grazie ad una vincente tecnica di assetto. La carreggiata larga e gli sbalzi tenuti corti sottolineano l'espressione marcata del corpo vettura che posa solidamente sulle ruote. Il fisico atletico viene accentuato dalla linea incisiva dei brancardi che si estende tra i passaruota anetriori e posteriori. Per i più esigenti, ma in opzione, c'è il Mini Driving Modes attraverso il quale è possibile variare la taratura della vettura attraverso una manopola inserita alla base della leva del cambio o del selettore di marcia. In listino Cooper S, Cooper, One, Cooper SD, Cooper D, One D. Al momento del lancio sei motori, cambio manuale a 6 rapporti e cambio Steptronic a 6 rapporti.

SICUREZZA AL TOP – La Mini 5 porte offre di serie airbag frontali e laterali, airbag laterali a tendina, cinture automatiche a tre punti in tutti i sedili, davanti con tendicintura e limitatori di sforzo, punti di ancoraggio Isofix nella zona posteriore. Architettura della scocca, peso e protezione anticrash otimizzati.

MINI CONNECTED OK – Programma interessante quello di In-Car-Infotainment di Mini Connected: chiamata di soccorso intelligente e Mini TeleServices utilizzabili attraverso la carta Sim integrata a bordo. Svariate le funzioni come Mission Control, Dynamic Music, Driving Excitement, Minimalism Analyser, Mini Connected XL Journey Mate con Real Time Traffic Information. Il collegamento on line consente l'utilizzo di facebook, Twitter, Foursquare, Glympse, ricezione di RSS newsfeed ed ancora Aupeo!, Stitcher, Deezer, Audible, Napster/Rhapsody, TuneIn e ampliamento con app.

HA DEBUTTATO IL 25 OTTOBRE, 1000 PERSONALIZZAZIONI – Al debutto, il 25 ottobre scorso, la Mini 5 porte è stata offerta con quattro motori, due benzina e due diesel della famiglia TwinPower Turbo: il 1500 cc a tre cilindri da 136 cv della Cooper e il 2000 cc a quattro cilindri da 192 cv della Cooper S, mentre per le diesel il 1500 cc a tre cilindri da 116 cv per la Cooper D e il 2000 cc a quattro cilindri da 170 cv per la SD. Prezzi a partire da 19.100 euro per la One per finire ai 29.400 euro della Cooper SD Business XL mentre la diesel più a basso prezzo è la One D proposta a 20.700 euro. Da novembre le versioni One D da 95 cv e One da 102 cv. In tutto, nel listino, 12 offerte e la possibilità di proporre fino a mille personalizzazioni.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Le auto con il miglior rapporto qualità-prezzo del 2020

Auto nuove in Europa: -24% di immatricolazioni nel 2020

Guida acquisto cabrio e spider: budget fino a 35.000 euro