Toyota sale ancora sul tetto del mondo

Il Gruppo giapponese con 9,98 milioni di vendite nel 2013 ha respinto l'attacco di GM e VW

27 gennaio 2014 - 9:00

Sul podio più alto delle vendite di auto nel mondo, nel 2013, sale ancora, sul tetto del mondo, Toyota che ha concesso il bis. Il Gruppo giapponese ha così respinto l'attacco di General Motors che le aveva risoffiato lo scettro nel 2011 dopo averlo perso nel 2008 (sempre a vantaggio di Toyota) chiudendo una striscia da leader che durava da 77 anni. Il Gruppo del Sol Levante (che comprende anche le affiliate Daihatsu e Hino e ovviamente anche il marcho Lexus) ha immatricolato 9,98 milioni di unità, con una crescita del 2%. Analizzando le cifre, la sola Toyota ha guadagnato il 3% (8,948 milioni), Daihatsu è retrocesso dell'1% (870 mila) e Hino ha avuto un incremento del 5% (162.000).

A GONFIE VELE ALL'ESTERO – Toyota è andata a gonfie vele all'estero con una consegna di 7,685 milioni di esemplari (+ 5%) bilanciando il dato negativo in Giappone (- 5% pari a 2,295 milioni di unità). La più grande soddisfazione a Nagoya è stata quella di fare occupare sul podio i posti più bassi ai Gruppi General Motors (+ 4%, 9.714.652 veicoli) e Volkswagen (+ 4,8%, 9,7 milioni). Per Wolfsburg ha pesato un rallentamento negli Usa ma il colosso tedesco punta al podio più alto prima del 2018. GM ha consegnato 3.234.275 vetture in Nord America (+7%), 1.556.754 in Europa (-3%), 1.037.458 in Sud America (-1%) e 3.886.165 negli altri mercati (+ 7%). Tra i marchi Chevrolet a 4,98 milioni di unità, Opel a 1,06 milioni, Buick a 1,03 milioni e Cadillac a 251 mila esemplari.

COME ANDRA' NEL 2014 – Gli analisti si chiedono come andrà quest'anno fra le tre big questo avvincente testa a testa per la leadership. Toyota vuole ancora stupire ed arrivare per prima puntando ad andare oltre l'asticella dei 10 milioni di esemplari. Quali gli obiettivi giapponesi? Consegnare 10,32 milioni di auto (di cui 8,14 milioni all'estero e 2,18 milioni in casa) con una produzione che dovrebbe aggirarsi a 10,43 milioni di unità, di cui 4,05 milioni nel Sol Levante e 6,38 milioni negli altri mercati.

MARY BARRY (GM): FAREMO BENE IN USA E IN CINA – Nel presentare il Suv GMC Canyon, la neo Ceo di General Motors, ha evidenziato che “il Gruppo continuerà a fare bene nei mercati chiave di Usa e Cina, che avremo le risorse per ristrutturare e investire nelle aree in cui dobbiamo migliorare la redditività, Vecchio Continente compreso”. General Motors prevede per quest'anno un modesto miglioramento del suo bilancio rispetto ai buoni risultati conseguiti nel 2013. I profitti pre-tasse dovrebbero crescere leggermente, mentre i margini si manterranno sostanzialmente sugli stessi livelli dello scorso anno.

GLI INVESTIMENTI DI VOLKSWAGEN – Nel recente Naias di Detroit, Martin Winterkorn, numero uno del Gruppo VW, ha annunciato un investimento di 7 miliardi di euro nei prossimi 5 anni: l'obiettivo è di immatricolare nel 2018 un milione di veicoli negli Usa. Il marchio VW sta tentando di posizionarsi tra i prodotti di alta gamma per recuperare il calo del 7% in America. Le soddisfazioni arrivano da Audi che ha firmato il record di 158 mila auto vendute oltre oceano nel 2013.

AL COBO HALL TOYOTA SORPRENDE CON LA FT-1 CONCEPT – A Detroit Toyota ha alzato i veli sulla FT-1 Concept che anticipa la versione di serie della futura Supra, attesa nel 2016. E' concepita sulla intrigante piattaforma per auto sportive sviluppata con Bmw. Le forme e le appendici aerodinamiche evocano la F1. Anche Lexus, il marchio di lusso di Toyota, ha svelato un modello ad alte prestazioni, aggiungendo la lettera F, sigla che caratterizza tutte le versioni più aggressive del marchio, al Coupè RC. Sorella minore della supercar LFA, la RCF è la più potente V8 mai realizzata da Lexus, grazie al nuovo propulsore 5 litri da 460 cv.

TOYOTA, 6 MILIONI DI IBRIDE DAL LANCIO – Nuovo prestigioso traguardo per Toyota. Il Gruppo ha immatricolato oltre 6 milioni di ibride nel mondo dal lancio, avvenuto nel 1997 in Giappone a tutto il 31 dicembre 2013. Attualmente il Gruppo distribuisce 24 modelli tra ibridi e plug-in in una ottantina di mercati e conta di lanciarne 15 nuovi nel giro di due anni tra cui la Harrier Hybrid che ha debuttato il 15 gennaio in Giappone e la rinnovata Highlander Hybrid in Usa nei prossimi mesi. Fiore all'occhiello rimane la Prius con oltre 3,1 milioni di unità vendute. Toyota ha calcolato che i veicoli ibridi hanno permesso di emettere 41 milioni di tonnellate di C02 in meno rispetto alle auto a benzina.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Previsioni Traffico 12, 13, 14 e 15 agosto 2022: bollino nero

Classifica europea venditori auto usate: UK prima, e l’Italia?

Generali e Unipol: 5 milioni di multa per pratica scorretta