Tokyo e Los Angeles due show in diretta

Le due rassegne in onda in contemporanea a 8.823 km di distanza. Ma la Mini ha alzato i veli anche ad... Oxford

22 novembre 2013 - 9:50

Sono ben 8.823 km a separare il 43° Motor Show di Tokyo, a cadenza biennale, e il Los Angeles Auto Show. Apertura al pubblico da domani, 22 novembre, all'1 dicembre (solo un giorno in meno, da sabato 23 novembre per l'appuntamento giapponese). Due importanti clou motoristici in contemporanea. Non era mai accaduto prima con le case costruttrici che hanno fatto i salti mortali per programmare la presenza simultanea delle novità ai due estremi del Pacifico.

TOKYO VETRINA TECNOLOGICA E DI SICUREZZA – Un evento orientato a mostrare al mondo un “Cool Japan”, come vetrina tecnologica e dei sistemi di sicurezza dei progressi delle società del Solo Levante e autentica fucina di idee per il futuro della mobilità di tutti. Al Big Sight di Odaiba, l'isola artificiale sulla baia di Tokyo che ospiterà nel 2020 buona parte degli impianti per le Olimpiadi, “un appuntamento unico e importante – come ha sottolineato Akio Toyoda, Ceo di Toyota e presidente di Japan Automobile Manufactures Association – perchè propone le innovazioni tecniche sviluppate dai costruttori giapponesi di auto e moto i cui centri di sviluppo sono per lo più ubicati nel Paese”. Toyota ha stupito tutti andando di persona a visitare gli altri stand nella giornata dedicata alla stampa, facendosi persino fotografare su una motocicletta Honda Goldstar avendo alle spalle un sorridente Takanobu Ito (Ceo della casa rivale). Sono 180 i marchi presenti. Spicca l'assenza dei costruttori americani (General Motors, Ford, Chrysler) per la terza volta di seguito, che alcuni ritorni (come quello di Volvo) o debutti (come quello della Tesla) non bastano a compensare. Gli americani non si sono fatti più vedere. Fra le case straniere, Volkswagen, Mercedes, Bmw, Audi e Volvo che costituiscono oltre il 70% delle auto importate. Il Tokyo Motor Show cade in un momento di forte ripresa delle Case nipponiche. Il numero di visitatori dovrebbe superare gli 842mila della passata edizione, quando la kermesse si trasferì a Tokyo (prima si teneva alla Makuhari Messe di Chiba). 76 le prime mondiali.

MINI SU TRE FRONTI: OXFORD, TOKYO E LOS ANGELES – Dopo aver debuttato ad Oxford, tre giorni orsono, la nuova Mini sbarca a Tokyo e Los Angeles con la fascia di reginetta delle due kermesse.

TOYOTA – Non ha il volante la FV2 (acronimo di Fun Vehicle 2), una delle concept car già pronta a sfidare il futuro: si guiderà, infatti, con i movimenti del corpo. E sarà persino in grado di “connettersi” alle emozioni del pilota. FV2, rigorosamente monoposto, è lungo tre metri e largo poco più di uno e mezzo. Le ruote sono sempre quattro, anche se disposte davanti, ai lati e dietro. Toyota introduce quella che potrebbe diventare una sfida all'auto elettrica: l'FCV (fuel Cell Vehicle), con una autonomia di almeno 500 km e tempi di ricarica di tre minuti. Forse con un eccesso di ambizione, il principale costruttore del mondo ha dichiarato che la sua produzione di massa sarà pronta nel 2015.

MAZDA ANCHE A METANO – Ha alzato i veli sulla Mazda3 SKYACTIV-Hybrid con motore elettrico e benzina SKYACTIV-G. Rafforzando il fascino della nuova compatta, il marchio espone anche Mazda3 SKYACTIV-CNG dual-fuel, un motore che funziona a metano e a benzina. Con la Mazda6 ASV-5 Advanced Safety Vehicle – una macchina che può anche parlare con i tram – i visitatori potranno dare uno sguardo al futuro della guida in città.

BMW, UN PIENO DI NOVITA' – In una immenso stand, le novità Serie 4 Cabrio, i3 e i8, X5, Concept Active Tourer Outdoor e in particolare la Concept M4 Coupé. Il membro del board del Gruppo Bmw e responsabile nel settore sviluppo, Herbert Diess, si è soffermato sull'importanza e sul ruolo che le nuove vetture ad alimentazione alternativa (l'elettrica i3 e la plug-in i8) avranno in Giappone. Secondo Diess, quello del Sol Levante sarà un mercato ricettivo verso questa tipologia di prodotto e la gamma “i” della Casa di Monaco potrebbe trovare terreno fertile per consolidarsi. La supercar Concept M4 Coupé dispone di un nuovo 6 cilindri BMW M TwinPower Turbo da 430 cv, coppia di 500 Nm, il 30% in più rispetto alla M3. Ne conseguono non solo prestazioni ottimizzate, ma consumi ed emissioni di CO2 ridotte del 25%. La M4 Coupé pesa meno di 1.500 kg.

HONDA, NUOVA IDEA DI MOBILITA' – Il marchio espone il nuovo dispositivo per la mobilità personale UNI-CUB. Sviluppato grazie alle esperienze del progetto robotico Asimo, dispone di un sistema di bilanciamento automatico e della tecnologia Honda Omni Traction Drive System che permette di muoversi in qualunque direzione spostando solo il peso del proprio corpo.

NISSAN, SPORTIVA A TRE POSTI – La BladeGlider Concept è una sportiva a tre posti. Ha forma a freccia, chi guida siede da solo al centro, mentre i due passeggeri sono disposti ai lati. Secondo il ceo di Nissan, Carlos Ghosn, il BladeGlider segnala una direzione futuradelle auto elettriche verso un design .

LEXUS ESPONE LA RC – Il marchio di lusso della Toyota espone la RC, versione coupè della IS. In Europa sarà disponibile col 4 cilindri 2,5 a benzina abbinato all'elettrico. Lexus ha una stand ben distinto da quello della Toyota, nel quadro della decisione strategica di separare più nettamente il brand di lusso dal resto della casa madre: la nuova versione turbo del Suv LF-NX e la coupé sportiva RC garantiranno affluenza allo stand della Lexus, che quest'anno dovrebbe realizzare vendite record per 520mila unità.

SUBARU – Suscita curiosità la Levorg, familiare con motore boxer 1.6 a iniezione diretta. Poi il concept Cross Sport Design di 4,3 metri ed il Crossover 7 Concept che evoca il Forester, motore boxer di 2,5 benzina e trazione integrale.

VOLKSWAGEN, OLTRE LA XL1 – La Casa tedesca, dopo il lancio della XL1, due posti ibrida plug-in Diesel, la vettura più risparmiosa al mondo con 0,9 litri/100 km, intende ora sfruttare l'esperienza maturata con questo concentrato di tecnologia con l'obiettivo di trasferirla da una concept car alla produzione in grande serie. Con queste premesse, a Tokyo, propone in anteprima mondiale il prototipo della twin up!: una versione ibrida plug-in dell'ormai affermata city car up!. Ad accomunare la quattro posti alla XL1 sono i componenti del sistema di trazione: motore Diesel, motore elettrico e cambio a doppia frizione DSG.

TANTE NOVITA' DAL SOL LEVANTE – Espone un prototipo di miniveicolo a celle combustibili con una tecnologia propria. Suzuki Motor presenta invece l'X-Lander ibrido, così come Mitsubishi Motor, con il Concept GC-PHEV, mette di fronte al pubblico un grande Suv ibrido con un sistema di plug-in. Fuji Heavy (Subaru) punta invece sulla nuova sport wagon con motore turbo a iniezione diretta che promette efficienza energetica (17,4 kn con un litro), mentre Honda rivela il concept di una minisportiva (S660) e l'NSX Concept per le sportive del futuro.

A LOS ANGELES 22 ANTEPRIME MONDIALI – Da dove iniziare? Un dato è certo, la Mini sbanca anche in California e numerosi sono i marchi europei e giapponesi presenti alla rassegna Usa.

MACAN, LA TIGRE PORSCHE – Derivata dall'Audi Q5 e più corta di 17 cm rispetto alla Cayenne, la Porsche debutta nel segmento delle suv compatte con Macan, il cui nome deriva dall'indonesiano e significa “tigre” . Prestazioni, accelerazione, frenata, capacità di ripresa, agilità e precisione di sterzata, ma anche un elevato comfort e facilità di guida nell'uso quotidiano. Le vendite cominceranno all'inizio del 2014 e i prezzi dovrebbero partire da 75 mila euro. Nasce a Lipsia con un investimento di 500 milioni di euro. Al lancio saranno disponibili tre modelli. La Macan S monta un motore biturbo V6 da 3,0 litri da 340 cv, trazione integrale attiva. Il cambio a 7 marce, consumo di 8,7 l/100 km. La Macan S Diesel V6 da 3,0 litri ha un consumo di 6,1 l/100 km, 258 cv. Al vertice la Macan Turbo con 400 cv, motore biturbo V6 da 3,6 litri.

F-TYPE COUPE', LA LADY JAGUAR – E' la Jaguar di serie più dinamica e performante mai realizzata. Una leggenda. Più veloce e precisa nella guida e affascinante. Ma più affascinante. Bando alla fissazione delle finiture di superlusso, in prima linea ci deve essere il sound del motore paragonabile ad un violino di Uto Ughi con un suono incredibilmente avvolgente. Un pieno di motori: il V8 5.0 litri da 550 cv, il V6 3000 del modello base da 340 cv e ancora il V6 3,0 litri a benzina sovralimentata nella variante da 380 cv . Le sospensioni sportive sono regolabili e i freni da corsa. C'è la seconda generazione dell'Electronic Active Differential per offrire maggiore agilità ma anche un sistema frenante a Matrice Carboceramica (CCM – Carbon Ceramic Matrix). Cambio Quickshift a otto marce con controllo benzina sequenziale manuale grazie ai paddle montati sul volante o tramite la leva centrale SportShift. Il listino prezzi dovrebbe partire da 70 mila euro. Bagagliaio che arriva fino a 407 litri. La Land Rover espone la Range a passo lungo.

MINI, IN VENDITA DAL 15 MARZO 2014 – La terza generazione è nata nel giorno in cui ricorrono i 107 anni dalla nascita del suo inventore Alex Issigonis. Piattaforma modulare, nuova famiglia di motori a 3 e 4 cilindri, al lancio, un benzina TwinPower Turbo da 136 cv, un 3 cilindri turbodiesel sempre di 1.5 da 116 cv e un benzina turbo 2 litri da 192 cv riservato alla Cooper S. I prezzi da 20.700 euro per la Cooper a benzina e da 21.950 euro per la Cooper D e da 24.950 euro per la Cooper S.

FIAT, OPERAZIONE NOSTALGIA – Mette in vetrina una nuova versione della 500 ribattezzata 1957 Edition in serie a tiratura limitata. L'obiettivo è richiamare il primo esemplare della Nuova 500 (1957), abitacolo rifinito in pelle marrone con dettagli di avorio, pannelli porta in grigio, impianto audio da 276 watt, tetto bianco e cerchi in lega col bordo cromato. Motore 1400 MultiAir con cambio manuale o automatico.

MERCEDES COMPLETA GAMMA DELLA CLASSE S – La casa tedesca completa la gamma con la S 65 AMG a 12 cilindri, la più performante ammiraglia di sempre.

FORD EDGE CONCEPT – Riflettori tutti accesi nello stand Ford per la riuscitissima Concept Edge che si fa ammirare per lo stile, i contenuti e un pieno di tecnologia.

VOLKSWAGEN RIPROPONE LA CONCEPT CROSSBLUE – L'ha svelata al Salone di Shangai ma la VW ripropone in California la Concept CrossBlue.

GENERAL MOTORS, ECCO LA NUOVA CADILLAC – La GM presenta la nuova Cadillac Escalade, un maxi Suv, ma anche le cugine Chevrolet Tahoe e Suburban.

BMW, SERIE 4 CABRIOLET – Anche a Los Angeles il debutto della Serie 4 Cabriolet caratterizzata da un hard top rigido che consente l'utilizzo nelle quattro stagioni.

PANORAMICA SULLE ALTRE NOVITA' – Jeep propone la Wrangler Willys Wheeler Edition, un allestimento basato sul modello Sport. Subaru espone la nuova icona WRX e la Concept che prefigura la futura Legacy. La coreana Kia lancia la sfida del lusso con la berlina di alto gamma K900. Hyundai alza i veli sulla nuova Genesis. Nissan annuncia la Juke Nismo RS e la Nismo Concept, possibile erede della 370 Z.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Trump – Biden: tasse e incentivi auto al centro delle elezioni USA 2020

Consiglio acquisto crossover: budget fino a 15.000 euro

Traforo Monte Bianco

Traforo Monte Bianco: tariffe e interruzioni