Semaforo verde per Hyundai: i20 gratis e con l'autista

Simpatiica iniziativa promozionale di Hyundai, che a Roma e a Milano offre una i20 gratis per un'ora. Con tanto di autista che vi porterà dove vorrete

24 giugno 2010 - 22:46

La casa coreana ha dato il via a un'iniziativa promozionale destinata a far conoscere meglio la sua i20. Se volete sincerarvi delle qualità della vettura, fino al 10 luglio potete prenotarne gratuitamente un'esemplare con un autista personale che vi condurrà in giro per un'ora a Milano (all'interno del circuito della tangenziale) e a Roma (entro il Grande Raccordo Anulare).

Troppo bello per essere vero? Anche a noi di SicurAUTO.it è sorto questo dubbio, e così abbiamo voluto verificare se e come funziona l'offerta. La prenotazione del servizio è stata effettuata il mattino del 15 giugno sul sito www.i20netdriving.it e abbiamo chiesto la vettura per il giorno dopo alle 16 con partenza dall'aeroporto di Linate, dove saremmo atterrati per un appuntamento di lavoro.

Poiché la conferma della disponibilità dell'auto non era arrivata (contrariamente a quanto promesso sul sito), il mattino del 16 l'abbiamo sollecitata e ottenuta (non senza qualche difficoltà: non trovavano la prenotazione…) al numero verde 800-589263. Tuttavia, poiché l'area aeroportuale milanese non è compresa tra quelle dove il servizio è disponibile, l'addetto ha comunicato che avremmo dovuto avvicinarci alla città, cosa che abbiamo fatto con un bus-navetta.

Il driver era ad attenderci con una fiammante i20 grigia nel luogo stabilito anche se il ritardo del volo ci ha costretto a rimandare telefonicamente l'appuntamento di oltre un'ora (con grande disponibilità della società che gestisce il servizio). Saliti a bordo, non abbiamo allacciato volutamente la cintura per verificare se il driver ci avrebbe invitato a farlo. Così non è stato, quindi abbiamo provveduto a indossarla per tacitare i cicalini d'allarme della vettura.

Durante il tragitto (il servizo prevede una sola tratta della durata massima di un'ora) abbiamo posto al nostro accompagnatore, un giovanotto abbastanza simpatico e spigliato, qualche domanda per accertare la sua conoscenza della i20.

Le risposte hanno dimostrato che disponeva solo di informazioni limitate. Per esempio, ha sostenuto che l'auto aveva 10 airbag perché in 10 angoli diversi compariva la scritta “airbag”. Colpa, forse, della formazione sommaria ricevuta, che secondo l'interessato era durata solo una mezz'ora, ma che non gli ha impedito di magnificare le doti della i20.

Voto appena sufficiente sotto l'aspetto sicurezza: il driver non indossava l'auricolare, e quando un amico l'ha contattato al cellulare, ha risposto “ti richiamo” forse solo per evitare di parlare davanti ad un cliente più che per una questione di sicurezza. Tra una chiacchierata e l'altra, abbiamo appreso che l'iniziativa Hyundai sembra incontrare un buon gradimento: a Milano sono disponibili otto vetture, a Roma ce n'è qualcuna di più, mentre il giorno del test il nostro autista aveva cinque appuntamenti.

Inziativa interessante e abbastanza originale. Anche se con meccanismi da affinare ed una preparazione appena sufficiente del driver.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Misure antismog Emilia-Romagna

Emilia-Romagna: stop diesel Euro 3 dall’1 ottobre 2022 (ed Euro 4 nel 2023)

Move-in Milano: come chiedere la deroga per gli accessi in Area B

Strisce blu Venezia

Strisce blu Venezia: mappa, orari e tariffe