Renault lancia il programma Fast e si trasforma in Start-up

Una progettazione più veloce e snella di auto, servizi e tecnologie che Renault punta a mettere in strada entro il 2021

14 febbraio 2019 - 21:16

Renault annuncia una nuova trasformazione digitale. Ecco allora il programma FAST che promette di guidare il brand verso il suo futuro; al centro l'auto elettrica, connessa ed autonoma. La strategia guarda allo snellimento dei processi aziendali che mira a velocizzare in tutte le sue diverse fasi. Insomma dopo il sofferto addio all'ormai ex Ceo Ghosn Renault mira a creare un ecosistema digitale anche all'interno della stessa azienda. L'obiettivo è quello di portare a maturazione, entro il 2021 l'intero processo, che punta anche ad una riduzione dei costi liberando risorse utili da investire in settori chiave quali la ricerca e lo sviluppo. Non resta che guardare da vicino come il primo costruttore di auto al mondo si prepari a tenere ben salde le redini del primato mondiale anche nei prossimi anni.

CAMBIO DI ROTTA Se dovessimo descrivere con poche ma chiare parole la Renault del futuro la definiremmo autonoma, connessa ed elettrica. Il brand francese guarda con ritrovata fiducia alle sfide di domani compresa la mobilità condivisa. Il gruppo Renault ambisce infatti a tradurre in realtà le parole che circolano sulla bocca di tutti i leader mondiali del settore automotive. Allo scopo di confermare il primato mondiale il brand ha avviato, negli ultimi anni, un radicale rinnovamento della sua offerta partito dalla elettrica ZOE. Insomma se la trilogia delle concept EZ ci mostra come saranno visivamente le Renault di domani nel presente c'è il programma FAST. Thierry Bolloré, Direttore Generale del gruppo Renault, che ha presentato un ambizioso programma di trasformazione per il gruppo che coprirà i prossimi tre anni, ci ha tenuto a chiarire: “Con il programma FAST facciamo evolvere tutta l'azienda per raccogliere fino in fondo le sfide del nostro settore e puntare sulla mobilità di domani” (Leggi tutto sulla nuova Renault Clio).

ECOSISTEMA DIGITALE Al centro di questa trasformazione ci sarà un nuovo ed innovativo ecosistema basato su tecnologie all'avanguardia. L'evoluzione costante della piattaforma tecnica ambisce a rendere un'esperienza al cliente più fluida, intuitiva e piacevole. Di fronte ai cambiamenti dirompenti che l'automotive si trova a vivere, il Gruppo Renault lancia FAST, non perché le sue auto vadano più veloci, ma per accellerare il modo in cui vengono progettate. Al centro un modello più agile e reattivo, in linea con le tendenze di mercato (Leggi Renault è il primo costruttore auto al mondo). FAST, è l'acronimo che sta per “Future-Ready At-Scale-Transformation”, ed è pertanto un programma di trasformazione ambizioso che interesserà tutti i settori aziendali. L'obiettivo è dimostrare al mercato la capacità di adeguamento del gruppo che vanta più di 120 anni di storia.

NOMEN OMEN Se andiamo nel dettaglio, FAST si compone di 4 lettere che illustrano 4 punti fondamentali. Al primo posto ci sarà una innovativa modalità di funzionamento dei processi intraaziendali in stile “start-up”. Per il 2021 il 100% del Gruppo Renault mira ad essere rivoluzionato dalla nuova vision. Al centro l'attenzione alla soddisfazione dei clienti e delle loro aspettative odierne e future. I processi più agili saranno la chiave per offrire prodotti e servizi diversi; accelerazione del digital, riduzione dei cicli di sviluppo prodotto. Insomma Renault non nasconde certo l'entusiasmo per un programma di cambiamento che pone al centro gli obiettivi del piano strategico “Drive The Future” da realizzare entro il 2022.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Auto usate: gli italiani hanno speso 7 mila euro in più nel 2018

Consiglio acquisto crossover: budget fino a 15.000 euro

Come vengono prodotte le auto, dall’ordine alla consegna