Quanto costa guidare una supercar per un anno? Ecco i dati dell'EPA

Spulciamo la Guida dell'EPA e vediamo quanto costa girare in supercar per un anno

15 gennaio 2018 - 21:21

L'amico giura che la sua diesel non fa mai meno dei “18 al litro” e suo cugino proclama che la sua piccola 1.000 3 cilindri turbobenzina si avvicina a quella percorrenza, anche in città. Ovviamente questi dati, anche se ricavati dal computer di bordo, sono poco paragonabili fra di loro perché i due guidatori non pensavano di guidare per trovare il consumo medio delle loro automobili. Per fortuna ci sono Enti e Istituti vari che producono rapporti attendibili e in grado quindi di dare indicazioni confrontabili su consumi ed emissioni (leggi dell'indice Equa AQ che dice quanto inquinano veramente la automobili). Leggiamo insieme quindi il Fuel Economy Guide, edito dall'Deparment of Energy e dell'Environmental Protection Agency, concentrandoci sulle auto che tutti gli automobilisti sognano.

DATI PER TUTTI La Fuel Economy Guide dedicata alle automobili Model Year 2017 ha 53 pagine ed è molto chiaro e ricco di informazioni. Per ogni automobile vengono indicati i dati del consumo in MPG, miglia per gallone, nel ciclo urbano ed extraurbano e in quello combinato, rilevati in laboratorio ma in condizioni che promettono di essere realistiche. Per rendere comparabili i valori delle elettriche con quelli delle auto con motori a combustione, EPA ha stabilito un fattore di conversione che assegna ad un gallone di benzina l'energia di 33,70 kWh. A questo punto è facile convertire in “galloni di carburante” i consumi delle elettriche: la Fiat 500e, che tanti dolori ha dato a Sergio Marchionne (leggi che la 500e è stata una promessa di FCA al presidente Obama), consuma nel ciclo combinato 30 kWh per fare 100 miglia, cosa che corrisponde a 112 Miglia Per Gallone equivalente (MPGe). Anche gli altri combustibili hanno questo fattore: un gallone di gasolio vale 37,95 kWh mentre per l'etanolo il valore corrispondente è di 22,37 kWh.

SPENDERE MOLTO O ANCHE POCO Fra le supercar possiamo inserire anche le Tesla Model S: se le versioni a trazione integrale possono contare su quasi 400 kW equamente suddivisi fra l'asse anteriore e quello posteriore, le “P” (Performance) hanno un motore posteriore potenziato che aggiunge 375 kW ai già notevoli 193 kW dell'anteriore.

La spesa annuale dell'energia elettrica per percorrere 15 mila miglia con la prestante Tesla Model S P100D ammonta così a soli 700 dollari, complici il prezzo medio del kWh, valutato in 13 centesimi di dollaro, e la “diabolica” efficienza del powertrain elettrico, capace di donare alla grossa e pesante berlina (più di 2 tonnellate) una percorrenza media di 98 MPGe. Paragonabile è il rendimento dell'ancor più imponente SUV Model X, capace di 86 MPGe per una spesa di energia pari a 750 dollari/anno (sapevi che Pirelli ha omologato le Scorpion Zero per la Model X?).

TORNIAMO SULLA TERRA, O QUASI Ormai si è capito che le elettriche fanno corsa a sé: restando nella categoria dei SUV luxury a trazione integrale la grossa Audi Q7 3.0 a 6 cilindri fa 21 MPG (imponendo una spesa di 2.150 dollari di benzina l'anno considerando 3,04 dollari/gallone per la super premium), la Porsche Cayenne Turbo S a 8 cilindri percorre 17 miglia con un gallone di benzina (siamo a 7,23 km/litro e 2.700 dollari)) e la lussuosa ma poco efficiente Bentley Bentayga a 12 cilindri si ferma a 15 MPG (3.050 dollari/anno) e poco meglio (16 MPG) fa la Maserati Levante a 8 cilindri, che si “accontenta” di 2.850 dollari.

Tornando sull'asfalto, la compatta e leggera Alfa Romeo 4C riesce a percorrere 28 MPG, portando la spesa per la benzina a 1.650 dollari/anno, mentre la sportivissima Audi R8 a 10 cilindri da 5,2 litri scende a 17 MPG (2.700 dollari/anno) e la pur sportiva TT Roadster quattro risale a 27 MPG. Una vera gas guzzler è la Dodge Viper: il suo 10 cilindri da 8,4 litri non perdona e inchioda la percorrenza a 14 MPG, come l'altrettanto grintosa Ford GT. Molto variabili sono le Ferrari: se le 488 GTB e Spider fanno 18 MPG (2.550 dollari/anno) le 12 cilindri bevono parecchio: la F12 e la LaFerrari Aperta sono a 13 MPG mentre la F12 tdf si ferma a 12 MPG, imponendo un salasso di 3.800 dollari di carburante l'anno. Decisamente più morigerate le Mercedes: la SLC 300 a 4 cilindri fa 27 MPG, la SL450 a 6 cilindri è capace di 23 MPG e la SL 550 a 8 cilindri fa 20 MPG, circa 8,5 km/litro. Le raffinate Porsche Panamera possono essere anche sobrie: la Panamera 4 6 cilindri segna 23 MPG e anche le strabordanti Turbo a 8 cilindri riescono a rimanere sopra i 20 MPG (21, per l'esattezza, quasi 9 km/litro). Meno efficienti sono le Maserati Quattroporte: anche le 6 cilindri si fermano a 18 MPG, che equivalgono a 2.550 dollari/anno contro i 2.150 della Panamera. Lamborghini si dimostra per nulla parca: si va dai 12 MPG della Aventador Coupe LP740-4 ai 17 della Huracan a 10 cilindri.

Per finire, vediamo l'etichetta che l'EPA fa apporre ad ogni automobile venduta negli USA. Molto in evidenza sono i valori degli MPG, il risparmio (o la spesa extra) di quel modello rispetto alla media del segmento e il costo annuale del carburante. In primo piano sono anche i rating per il consumo/emissioni di gas serra e l'emissione di smog: a quando uno sticker così chiaro in Europa/Italia?.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

NCC restrizioni

NCC, restrizioni ingiuste secondo l’AGCOM: “Sono come i taxi”

Viadotti autostrade

Autostrade e Ponti: i nuovi controlli passano a una società internazionale

App auto che spiano i conducenti: il 62% favorevoli per la sicurezza di guida