Milano – Sempre più “utenti deboli” tra le vittime della strada

Tra Milano e provincia ci sono state 125 vittime solo nel 2009

9 ottobre 2010 - 7:00

Tra Milano e provincia ci sono state 125 vittime solo nel 2009

Se da un lato gli incidenti hanno causato meno vittime tra gli automobilisti negli ultimi anni, il dato preoccupante è quello che riguarda i cosiddetti “utenti deboli”, ovvero pedoni, ciclisti e motociclisti. E' quanto emerge dal Rapporto 2009 dell'Osservatorio utenze deboli della strada, presentato ieri a Palazzo Isimbardi.

Nel 2009, infatti, tra Milano e provincia su 177 vittime della strada 39 erano pedoni, 21 ciclisti e 65 motociclisti, per un totale di 125 vittime, con un aumento rispetto all'anno precedente di 13 unità solo per quanto riguarda la provincia di Milano, escludendo quindi i numeri relativi alla città.

Il problema, secondo Antonio Pinna Berchet, presidente dell'Osservatorio, è costituito dalla presenza eccessiva di rettilinei dove le macchine raggiungono altissime velocità, diventando un pericolo specialmente per i pedoni over-65. Sarebbero dunque necessarie più isole ambientali per rallentare la marcia, più piste ciclabili, strade meno dissestate e una segnaletica migliore.

Di sicuro, come afferma il presidente della Provincia Podestà, occorre una maggiore educazione alla guida, ma intanto diversi accorgimenti potrebbero essere fatti per garantire la sicurezza stradale dei cittadini.

Intanto, qualche passo avanti è stato fatto con la rimozione dei cartelli pubblicitari distraenti e con le telecamere ai semafori, in corrispondenza dei quali avviene la maggior parte degli incidenti stradali. Ma c'è ancora molto da lavorare per salvaguardare la sicurezza degli utenti deboli.

 

fonte – milanoweb.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto incidentata: si possono contestare i rilievi della polizia?

Gli italiani fanno meno km degli altri automobilisti in Europa

Metano auto

Metano auto: aumento del contributo gestione bombole dal 1° ottobre