1 Commento

Bruno
18:27, 10 Dicembre 2012

Marchionne è l'unico, nel panorama automotive mondiale che dice la verità (scomoda) sull'auto elettrica. Fin dai tempi del mega-finanziamento governativo che ha permesso l'acquisizione di Chrysler da parte di Fiat, era emerso che la contropartita pro-Obama fosse l'auto elettrica. Ovviamente, anche Waganer aveva visto giusto, quindi andava silurato perchè i presidenti “ambientalisti” non possono essere contraddetti. D'altra parte, anche le Case francesi hanno ricevuto grossi finanziamenti per le elettriche che nessuno vuole, Ma non mi pare che qualcuno oltralpe abbia gridato allo scandalo (o meglio, allo sperpero di denaro pubblico). Stessa cosa avverrebbe in Italia, patria mondiale degli sperperi di Stato.Marchionne, già all'Assemblea ANFIA dello scorso anno, oltre ad annunciare l'uscita del Gruppo Fiat dall'associazione, dichiarò che per ogni 500 elettrica prodotta, la Fiat avrebbe perso 10 mila euro. Poi circa il proclama che la 500 elettrica sia al top della attuale tecnologia, è legittimo avere qualche dubbio, visto i dati sull'autonomia (valori ideali) non certo entusiasmanti nè al top.

X