Il web sale sempre di più sull'auto. Ecco gli ultimi interessanti progressi

Citroën lancia la DS4 Wi-Fi on board,, Opel nel 2015 doterà la gamma di wi-fi . E poi Mercedes e Qualcomm

14 aprile 2014 - 17:00

Il web sale sempre di più in auto. L'ultimo grido arriva da Citroën che ha messo in listino la DS4 Wi-fi on board. Propone a 24.150 euro questa versione un sistema di connessione wireless con modulo Wi-Fi integrato, in modo da connettere al volo su rete 3G tutti i propri dispositivi mobili. Fino a quattro collegati in contemporanea, nella speranza che il quinto (chi siede al volante) si guardi bene dal navigare mentre guida. Una Citroën che identifica il nome dell'auto con la sua navigazione. E naturalmente funziona anche un sito dedicato. Saranno realizzati 200 esemplari, consegne previste in maggio, ma ordini già aperti nelle concessionarie. Nel prezzo della vettura anche una SIM Fastweb comprensiva di 2GB/mese di traffico dati gratuito su rete 3G per 12 mesi e 10 EURO di traffico prepagato (attivazione della SIM da effettuarsi al momento del contratto). A bordo non si vive di solo Wi-Fi, perché qui ci sono anche gli interni in pelle CLAUDIA/Tessuto SAO, funzioni di accensione automatica dei fari, sensore di pioggia e sensori di parcheggio posteriore e la connettività completa, con vivavoce Bluetooth, presa USB e Jack. Più navigatore satellitare eMyWay, con schermo da 7″ ad alta risoluzione , cartografia Europa,Bluetooth con streaming audio, presa USB e Jack. Sotto il cofano motori benzina 1.6 VTi 120 e Diesel 1.6 e-HDi 115/1.6 e-HDi 115 ETG6.

DAL 2015 WI-FI SULLE OPEL – Da circa un anno è il numero uno di Opel, Karl Thomas Neumann. “Dal prossimo anno – ha riferito al Salone di Ginevra – tutti i nostri modelli avranno il wi-fi a bordo con connessione 4G, di serie. Saremo il primo costruttore europeo a proporre una soluzione del genere nell'intera gamma. La considero una naturale evoluzione dopo lo stile ed i propulsori. Le nostre auto inoltre offriranno anche tutti i servjzi telematici della OnStar, al sussidiaria del Gruppo che coniuga comunicazione e mobilità in Usa, Canada e Cina per milioni di clienti”. Appare evidente che General Motors scommette su Opel in Europa con un investimento di 4 miliardi di euro per il rilancio. Nello scorso anno, per la prima volta in 14 anni, sono state dimezzate le perdite e il marchio è sulla buona strada per ottemperare al recovery plan 2012-2022 con il ritorno agli utili a fine 2016.

MERCEDES, NAVIGAZIONE IN STILE MODERNO – Tra i punti di forza del sistema di navigazione user-friendly Garmin Map Pilot (di serie per Sport ed Exclusive della Classe C) figurano dati cartografici esatti e chiara indicazione del percorso. Il software di navigazione ed i dati cartografici sono contenuti in una scheda di memoria SD, che va inserita nell'apposito slot dell'Audio 20 CD. Il sistema di navigazione può essere comandato dal Controller o dal touchpad. E' una vera esperienza sensoriale quella che offre il Comand Online, con la sua navigazione 3D indipendente su hard disk con rappresentazione cartografica topografica, realistiche immagini degli edifici in 3D, nonchè di immagini satellitari della Nasa. Mercedes ha equipaggiato la Classe C con istruzioni d'uso digitali.

IL PROTOTIPO DELLA QUALCOMM AGLI ANTIPODI RISPETTO AD APPLE – A Ginevra c'era una Mercedes modificata ad arte dalla Qualcomm in collaborazione con la Qnx, una sussidiaria di successo della Blackberry. La plancia, dalla strumentazione al cruscotto, dispone di due touch screen. A destra si visualizza il proprio smartphone Android attraverso la tecnologia MirrorLinkis ma anche film, app, mappe stradali. Rispetto alla soluzione Apple, il prototipo Qualcomm si trova agli antipodi. Poco o nulla più; essere gestibile dal telefono, l'elaborazione viene fatta da un processore montato sulla vettura. Mentre gli smartphone evolvono in fretta il mondo delle auto si fa lento.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Trump – Biden: tasse e incentivi auto al centro delle elezioni USA 2020

Consiglio acquisto crossover: budget fino a 15.000 euro

Traforo Monte Bianco

Traforo Monte Bianco: tariffe e interruzioni