Google Assistant: come funziona la nuova modalità guida

In arrivo un'alternativa ad Android Auto: la modalità guida di Google Assistant. Scopriamo come funzionerà l'assistente vocale dedicato ai guidatori.

21 maggio 2019 - 13:10

Molti automobilisti che già utilizzano Android Auto avranno presto a disposizione un’intrigante alternativa: la modalità guida di Google Assistant, l’assistente virtuale dell’azienda di Mountain View che permette di interagire tramite la propria voce con i servizi offerti da Google su smartphone e tablet. L’annuncio è stato dato al recente Google I/O 2019, l’evento annuale in cui vengono presentate le ultime novità di Big G.

LA MODALITÀ GUIDA DI GOOGLE ASSISTANT ARRIVERÀ IN ESTATE

La modalità guida di Google Assistant sarà rilasciata quest’estate, probabilmente prima in inglese e poi anche in altre lingue tra cui l’italiano. La nuova funzione farà parte di un restyling più massiccio dell’assistente digitale, i cui maggiori beneficiari saranno proprio i guidatori. Vediamo in che modo. L’interfaccia della modalità guida, piuttosto semplice e intuitiva, mostrerà in alto a destra un’iconcina raffigurante le condizioni meteo e, più al centro, un avviso testuale sullo stato del traffico. Appena sotto, tre pulsanti relativi alle principali sezioni: Navigazione, Effettua una chiamata e Play. Google ha postato su YouTube un’anteprima della nuova interfaccia grafica, potete scoprirla nel seguente video.

CARATTERISTICHE DELLA MODALITÀ GUIDA DI GOOGLE ASSISTANT

Aprendo la sezione Navigazione, ovviamente con comando vocale per non cadere in… distrazione, si potrà interagire con Google Maps per ricevere in pochi istanti tutte le informazioni possibili sulla destinazione da raggiungere e non solo; Effettua Una Chiamata, com’è facilmente intuibile, consentirà non solo di effettuare o ricevere chiamate ma anche di leggere o inviare messaggi senza togliere mai le mani dal volante; con Play, infine, si gestiranno facilmente i contenuti multimediali per ascoltare la musica alla guida dell’auto. Sotto i pulsanti delle tre sezioni appariranno poi una serie di suggerimenti basati sulla routine e sugli appuntamenti presenti in calendario.

GOOGLE ASSISTANT O ANDROID AUTO?

Solo quando la modalità guida di Google Assistant sarà pienamente operativa capiremo se potrà realmente ambire a diventare una valida alternativa ad Android Auto. Il fatto che l’assistente di Google sia già installato di default sui nuovi device gioca sicuramente a suo favore (Android Auto si deve invece scaricare e occupa molto spazio sul dispositivo). Tuttavia tanti automobilisti si sono già abituati ad Android Auto e potrebbero essere poco propensi a cambiare, senza contare che quest’applicazione è ormai integrata su numerosissimi modelli di automobili. Insomma, si prevede una bella lotta.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Daimler annuncia la prima fabbrica connessa in 5G

La Peugeot 301 e il logo usato illegalmente in Iran

RC auto: tariffe scese del 20% in cinque anni, l’annuncio dell’IVASS