General Motors torna in Europa con le due ruote di Ariv nel 2019

Le bici elettriche di General Motors arriveranno nella prima metà del 2019 con prezzi da 2900 euro in Germania, Belgio e Olanda

15 febbraio 2019 - 13:34

Esattamente 2 anni fa, giorno più giorno meno, General Motors ufficializzava il suo addio al mercato Europa cedendo Opel-Vaxhall al gruppo PSA. Troppo poco profittevole per mantenere aperta una divisione in Europa rispetto alle vendite: meglio puntare sulle elettriche, ma quelle a due ruote. Congelato il progetto Opel Ampera-E in mani francesi per l'Italia, General Motors ha annunciato che tornerà sul mercato europeo con Ariv, cavalcando l'esplosione dell'effetto e-bike. Ecco di cosa si tratta.

L'USCITA DALL'EUROPA MA NON TOTALE Il progetto Ariv è stato ufficializzato con il lancio in Europa entro la seconda metà del 2019 sui mercati dove Genera Motors può contare una rete già più capillare. Mentre in Italia ha programmato la dismissione anche del servizio Opel OnStar, in altri Paesi ha un lascito commerciale attraverso Chevrolet e la futuristica Ampera-E a marchio Opel che però fa parte ora del planetario PSA. In Europa General Motors riparte dalle bici sul mercato che conta, quello dei grandi numeri. Riparte dalle bici elettriche Ariv contando su una percezione del pubblico più matura in Olanda, Belgio e Germania (dove vende ancora Chevrolet Corvette e Camaro).

LE E-BIKE DI GENERAL MOTORS Inizialmente le e-bike Ariv saranno vendute in Belgio e Olanda a partire da 2900 euro (per la versione normale) o 3400 euro per quella pieghevole adatta anche ai pendolari. Dalla prime informazioni le e-bike di General Motors avranno un'autonomia di 64 chilometri e si caricheranno n circa 3 ore e mezza. In Germania i prezzi dovrebbero essere leggermente inferiori, circa 2850 euro per la versione normale e 335 per la e-bike, pieghevole.

ASPETTANDO L'OPEL AMPERA-E Il legame con la mobilità elettrica in Germania e Paesi Bassi però General Motors non l'ha perso, sebbene abbia ceduto con l'azienda anche il know-how maturato con la Ampera-E a Peugeot-Citroen. Un modello che a cavallo del passaggio di testimone era sparito dai radar dei media italiani e con comprensibile cautela PSA ha deciso di commercializzare principalmente in Germania e Olanda, mentre non sarebbe disponibile nel listino belga. Indubbiamente non sono pochi circa 43 mila euro per portarsi a casa una Opel Ampera-E, molti più delle piccole ION e C-ZERO che l'alleanza con Mitsubishi propone non senza qualche difficoltà in Italia. Ma il confronto (tecnologico) è impari (meno il prezzo, molto vicino considerando le batterie a noleggio per la triade a batterie) e forse proprio per questo la Opel Ampera-E aspetta un periodo più maturo anche da noi.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Auto elettriche: la ricarica bidirezionale taglierà i costi delle colonnine?

Auto usate: gli italiani hanno speso 7 mila euro in più nel 2018

Consiglio acquisto crossover: budget fino a 15.000 euro