Calano incidenti stradali e vittime. Sabato sera, il 7,6% guida ubriaco

I sinistri sono scesi del 5,7 % rispetto al 2009. I morti diminuiscono del 3,2 %. Oltre 300mila positivi all'alcol test nei weekend, con 210 decessi.

2 gennaio 2011 - 1:00

Bilancio positivo per incidenti stradali, vittime e feriti, nel 2010. Il numero complessivo si è ridotto del 5,7% (pari a 104.437), è sceso del 3,2% il numero dei decessi (2.444 contro 2364 del 2009 ) e del 6% quello dei feriti (75.463). E' quanto emerge dal bilancio dell'attività svolta da Polstrada e Carabinieri nell'anno appena trascorso, dal quale risultano in totale 2.876.079 le infrazioni al Codice della strada contestate e 4.625.859 le pattuglie di vigilanza stradale effettuate.

TUTTE LE MULTE – Fra le altre cifre del bilancio, i 20.808 servizi con misuratori di velocità, e le 840.256 violazioni accertate per eccesso di velocità. Complessivamente sono state ritirate 84.438 patenti di guida e 91.708 carte di circolazione. I punti patente decurtati sono 4.074.673. I conducenti controllati con etilometri e precursori sono stati 1.643.135 – il 3,3% in più rispetto al 2009 – di cui 40.721 sanzionati per guida in stato di ebbrezza alcolica, mentre quelli denunciati per guida sotto l'effetto di sostanze stupefacenti sono stati 4.244. Polizia Stradale e Arma dei Carabinieri hanno inoltre sequestrato 4.545 veicoli, di cui 4.029 per guida in stato di ebbrezza alcolica con tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l, e 516 per guida sotto l'effetto di sostanze stupefacenti. A seguito della introduzione, con la legge numero 120 del 2010, del divieto assoluto di bere per talune categorie di conducenti (minori di 21 anni, neopatentati e conducenti professionali di persone e cose) la sola Polizia Stradale ha accertato, dal 30 luglio scorso al 26 dicembre, 907 infrazioni.

INCIDENTI – Quanto agli incidenti, “dopo un primo semestre caratterizzato da un andamento negativo dell'incidentalità stradale, soprattutto mortale, la netta inversione di tendenza del II semestre ha consentito di chiudere il 2010 (i dati sono al 28 dicembre) con un risultato positivo, in linea con quanto registrato nell'ultimo decennio. Sulle cosiddette “stragi del sabato sera”, dall'inizio dell'anno al 19 dicembre, nelle notti dei fine settimana, Polizia Stradale e Carabinieri hanno impiegato nei posti di controllo 190.530 pattuglie, rilevando 5.308 incidenti di cui 183 mortali con 210 vittime (30 in meno dell'anno precedente). I conducenti controllati con etilometri e precursori nelle operazioni “sabato sera” sono stati 321.781, il 7,6% dei quali (pari a 24.593, di cui 21.924 uomini e 2.669 donne) è risultato positivo al test di verifica del tasso alcolemico (lo scorso anno la percentuale dei conducenti positivi era stata del 8,7%). Le persone denunciate per guida sotto effetto di sostanze stupefacenti sono state 814. I veicoli sequestrati per la confisca 1.786.

TUTOR E GUIDATORI PROFESSIONALI – Nel 2010 il sistema 'Safety Tutor' è stato esteso raggiungendo i 2.500 km. di autostrada, 300 in più dello scorso anno. Il suo utilizzo per 252.013 ore ha consentito di accertare, da gennaio a tutto novembre, 583.308 violazioni dei limiti di velocità. Quanto invece ai controlli nel settore del trasporto professionale di merci – nel rispetto degli obiettivi delineati nel protocollo d'intesa tra Ministro dell'Interno e Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti del luglio 2009 – la Polizia Stradale  ha dato forte impulso ai servizi di controllo, svolti anche congiuntamente al personale del Dipartimento Trasporti Terrestri con i Centri Mobili di Revisione nel settore del trasporto professionale. I dati  parlano di 3.761 servizi effettuati (+ 68% rispetto all'anno precedente); 24.975 operatori di polizia impiegati e 8.644 operatori del Ministero dei Trasporti. Sono stati 62.588 (+71,4 %) i veicoli pesanti controllati, 14.178 (pari al 22,6%) dei quali stranieri. E ancora: 54.842 (+57,8%) infrazioni accertate; 617 (+104%) patenti ritirate; 1.731 (+28,7%) carte di circolazione ritirate.

Fonte: Repubblica.it

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Citroën cambia Brand Identity: nuovo logo dal 2023

Blocco auto Veneto 2022 e 2023

Blocco auto Veneto 2022 e 2023: le misure antismog

Auto usate: gli italiani preferiscono ancora le diesel