Blocco diesel Lombardia

Blocco diesel Lombardia: come chiedere la deroga col MoVe-In

Blocco diesel Lombardia: come chiedere la deroga col progetto MoVe-In, che consente di circolare anche ai veicoli interessati dai limiti alla circolazione

7 ottobre 2020 - 19:03

In Lombardia, com’è noto, dal lunedì al venerdì (7:30-19:30) nella maggior parte dei Comuni vige il blocco delle auto diesel da Euro 0 a Euro 3 e delle benzina Euro 0. E dall’11 gennaio 2021 tale limite sarà esteso ai diesel Euro 4 senza filtro antiparticolato (FAP) e ai benzina Euro 1. Tuttavia i possessori di questi veicoli possono contare su una ‘scappatoia’ che consente loro di circolare ugualmente, anche se con delle limitazioni. Si tratta del progetto sperimentale MoVe-In (acronimo di Monitoraggio Veicoli Inquinanti), in funzione già dal 2019, vediamo di che si tratta.

CHE COS’È IL PROGETTO MOVE-IN DELLA REGIONE LOMBARDIA

Il progetto MoVe-In prevede la possibilità di appurare le percorrenze dei veicoli tramite l’installazione a bordo di un dispositivo satellitare (scatola nera) in grado di fornire alla Regione Lombardia il chilometraggio reale di ciascuna vettura monitorata. In questo modo i veicoli interessati dal blocco hanno la possibilità di circolare in deroga ai divieti rispettando un tetto massimo di percorrenza chilometrica annuale, calcolato in base alla tipologia e alla classe ambientale del mezzo. Se la percorrenza supera la soglia assegnata, il veicolo non può più circolare (ovviamente nelle sole aree e nei giorni soggetti a limitazione) fino all’inizio dell’annualità successiva.

BLOCCO DIESEL LOMBARDIA: DOVE SI APPLICA IL MOVE-IN

Come detto, le soglie chilometriche annuali percorribili nelle aree della Lombardia soggette al blocco dei diesel e delle benzina inquinanti, sono calcolate a seconda dell’alimentazione e della classe ambientale dei veicoli. Le zone interessate sono state suddivise in due aree. L’Area 1, che comprende la zona dei 209 Comuni di Fascia 1 e i 5 Comuni con più di 30.000 abitanti situati in Fascia 2 (Varese, Lecco, Vigevano, Abbiategrasso e S. Giuliano Milanese). E l’Area 2, che ai 209 Comuni in Fascia 1 aggiunge tutti i 361 Comuni in Fascia 2. Il blocco dei diesel Euro 3 riguarda solo l’Area 1. Ecco un utile quadro riassuntivo (click sull’immagine per visualizzarla più grande):

BLOCCO DIESEL LOMBARDIA: CHI PUÒ ADERIRE AL PROGETTO MOVE-IN

Possono aderire al servizio del progetto MoVe-In tutti i proprietari di veicoli circolanti in Lombardia oggetto di limitazioni della circolazione (benzina Euro 0 e diesel da Euro 0 a Euro 3; dall’11/1/2021 anche benzina Euro 1 e diesel Euro 4). Nel caso in cui il proprietario sia una persona giuridica, dovrà indicare una persona fisica quale delegato dalla società alla gestione del servizio. MoVe-In, che dura un anno e decorre dalla data di attivazione, è attivabile collegandosi a questo link.
Importante: i veicoli che aderiscono a MoVe-In sono soggetti come tutti gli altri al rispetto di eventuali misure straordinarie disposte in caso di innalzamento dei livelli di CO2 (p.es. ‘domeniche ecologiche’). Inoltre non godono di nessuna deroga per circolare nelle ZTL definite dai Comuni, come ad esempio l’Area B e l’Area C di Milano.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Consiglio acquisto utilitaria: budget fino a 10.000 euro

Ciclisti più spericolati degli automobilisti? Uno studio spiega perché

Cassazione: omicidio stradale, l’imprudenza altrui non è un’attenuante