Auto d'importazione: ecco perché la consegna è lunga

La consegna di una vettura "parallela" può richiedere molto tempo per la macchinosa procedura che il venditore deve seguire per dimostrare di aver pa

23 agosto 2010 - 18:50

Numerosi lettori l'avranno certamente notato: in caso di acquisto di una vettura d'importazione parallela, le pratiche d'immatricolazione sono assai più lunghe rispetto a quelle della stessa auto acquistata presso un concessionario autorizzato dalla casa.

Il motivo non risiede, come si potrebbe pensare, nei tempi di trasmissione dei documenti dall'estero, ma in una specie di “discriminazione fiscale” delle quale sono vittime gli operatori del mercato parallelo rispetto ai loro colleghi del mercato ufficiale.

Questi ultimi, per dimostrare di aver assolto gli obblighi Iva (anche compensandola con quella a credito) e ottenere il via libera all'immatricolazione, possono semplicemente apporre un timbro sul suo certificato di conformità (il documento che dichiara la vettura “conforme” ai dati di omologazione, senza il quale non si può targare). Gli importatori paralleli, al contrario, per dimostrare di essere fiscalmente a posto non possono apporre alcun timbro né effettuare compensazioni tra l'Iva a credito e quella a debito, ma devono seguire una particolare procedura.

Innanzitutto, devono trasmettere all'Agenzia delle Entrate il numero di telaio della vettura importata che intendono immatricolare. Poi devono versare materialmente l'Iva tramite un modello 24 specifico che riporti sia il numero di telaio sia il prezzo di cessione dell'auto. Da quel momento, passano non meno di nove giorni lavorativi affinché il dipartimento dei Trasporti Terrestri (in pratica, la Motorizzazione) riceva dall'Agenzia la conferma che l'Iva è stata versata. Il dipartimento se ne prende poi altri quattro per fornire la sospirata autorizzazione alla targatura.

Insomma chi compra un'auto in pronta consegna sul mercato parallelo può disporne con un ritardo anche di un paio di settimane rispetto all'acquisto sul mercato ufficiale.

Come corollario, un ulteriore svantaggio per gli importatori è costituito dal fatto che l'Iva sull'auto, oltre a non essere compensabile con quella a credito, diventa indetraibile, rendendo di fatto impossibile ri-esportare nuovamente la vettura.

Secondo alcuni operatori, tutto ciò costituisce un ostacolo alla libera circolazione delle merci che invece dovrebbe essere favorita nei Paesi UE. Inoltre, sancisce l'esistenza di due regimi fiscali diversi per aziende della stessa tipologia (commercio di auto).

La macchinosa procedura descritta è stata ovviamente ideata per ostacolare l'evasione dell'Iva da parte di operatori disinvolti che hanno riempito le cronache gudiziarie di episodi relativi a gigantesche frodi sull'Iva comunitaria.

Tuttavia, è opportuno ricordare che il meccanismo finisce per penalizzare, oltre ai clienti, anche gli operatori onesti, che ne auspicano ovviamente una revisione.

20 commenti

Roberto
18:09, 28 giugno 2018

Salve , il 18-04-2018 ho acquistato un auto di importazione dalla Germania , è arrivata alla concessionaria il 23-05-2018 , l' ho vista , provata , ancora oggi al 28-06-18 ancora aspetto la consegna ….

alessio
16:18, 10 ottobre 2013

Buona sera, vorrei sepere se comprando un auto di importazione che reimmatricolata in Italia , posso detrarre l iva.grazie.

germano
20:58, 14 ottobre 2013

Buona sera e complimenti x la sua preparazione in materia e la sua disponibilità volevo chiederle visto che devo acquistare una fiat 500km0 di importazione da un venditore auto a quale rischi posso andare in corso o posso stare tranquillo grazie.

basile
18:22, 15 aprile 2014

Ho prenotato una passat 140 cv, presso un importatore di Roma, versando un'acconto. Al momento dell'arrivo a Roma della suddetta auto, ho versato il prezzo totale della vettura, con assegno bancario. Sono passati 22 giorni e della consegna della mia vettura, ancora niente. E' normale tutto questo. Grazie per la risposta.

franco
14:12, 12 agosto 2014

ciao Vincenzo anche io ho problemi con una BMW serie 1 di importazione ho dovuto pagare per intero il prezzo d'acquisto oramai sono passati piu' di 25 giorni ma dell'auto non si sa ancora niente.
Io sono zona Roma fammi sapere !!!! grazie

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Bonus rottamazione auto per TPL: slitta il decreto

Guida in stato di ebbrezza auto confiscata

Etilometro non revisionato: l’onere della prova spetta all’accusa

Incidenti con animali selvatici in Lombardia

Incidenti con animali selvatici in Lombardia: come chiedere il rimborso