A18 Messina-Catania: sul web la protesta per la mancanza di sicurezza

Migliaia di segnalazioni in poche ore sulle condizioni di degrado della Messino-Catania, l'autostrada A18 come la Statale della morte in Kuwait

23 gennaio 2019 - 12:42

Soprannominata come una delle strade simbolo in Kuwait, l'autostrada A18 Messino-Catania ha scatenato lo sdegno degli automobilisti che si sono mobilitati fondando il Gruppo facebook Maxi protesta per le condizioni A/18. Con la recente morte dell'Assistente Capo della Polizia intervenuta in soccorso a un veicolo in panne, esplode il flashmob degli automobilisti per portare l'attenzione delle istituzioni sulle condizioni pessime dell'Autostrada Messina-Catania.

LA PROTESTA DIVENTA PUBBLICA “Stabiliamo insieme il giorno della protesta e siamo pronti a tutto, anche a bloccare i caselli. Non possiamo rischiare la vita tutti i giorni su questa A/18 in totale abbandono” si legge sulla pagina face book fondata per organizzare una protesta pacifica affinché l'arteria gestita da Consorzio per le Autostrade Siciliane sia messa in sicurezza e in tempi brevi. Gli oltre 2600 iscritti al gruppo infatti denunciano uno stato di totale abbandono tra corsie di marcia a senso unico, cantieri stradali e segnaletica carente e una frana  – quella di Letojanni di ottobre 2015 – mai rimossa e diventata il simbolo di incuria per lo stato manutentivo e di sicurezza sia per l'A18 che per gli automobilisti che vi transitano.

ITALIA -KUWAIT, IL PERICOLO SULLE AUTOSTRADE SIMBOLO Battezzata “Autostrada della morte”, per un parallelismo casuale con l'Autostrada 80 che collega Kuwait City a Bassora, dove l'intera colonna dell'esercito iracheno in transito fu annientata dai bombardamenti USA durante la Guerra del Golfo. Due periodi temporali diversi e senza nesso a parte la pericolosità della strada per cui rischia di passare alla storia anche l'Autostrada A18, piena di insidie per chi la attraversa.

NON PAGO IL PEDAGGIO Gli incidenti continuano a verificarsi: solo poche ore dopo il tragico incidente in cui la pantera della Polstrada è stata investita sa un tir, un altro automobilista ha perso il controllo dell'auto ed è andato a sbattere contro le barriere a ridosso di una curva. Solo l'intervento tempestivo di due operai che seguivano ha impedito alle altre auto in arrivo di replicare la stessa tragica dinamica dell'incidente in cui ha perso la vita il Poliziotto con altre 2 persone. Sul Gruppo facebook non mancano già anche proposte di boicottare il pagamento del pedaggio, una protesta che potrebbe essere perseguita senza troppa leggerezza (vedi il caso dell'autostrada Pedemontana oggetto di evasione sistematica da parte di automobilisti furbi).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Auto usate: gli italiani hanno speso 7 mila euro in più nel 2018

Consiglio acquisto crossover: budget fino a 15.000 euro

Come vengono prodotte le auto, dall’ordine alla consegna