Ascoli Piceno – Partito il corso di Educazione Stradale per i più giovani

Le prime lezioni, ispirate alla sicurezza stradale ed alla legalità, sono state tenute nell'Elementari di Borgo Chiaro. Si prosegue domani con la Malaspina e la San Filippo.

23 febbraio 2010 - 16:24

Le prime lezioni, ispirate alla sicurezza stradale ed alla legalità, sono state tenute nell'Elementari di Borgo Chiaro. Si prosegue domani con la Malaspina e la San Filippo.

Primo incontro del progetto di Educazione stradale e alla legalità, promosso da oltre dieci anni dall'Amministrazione Comunale per far conoscere ai bambini delle elementari e ai più grandicelli delle medie le principali nozioni del codice stradale e far acquisire una maggiore consapevolezza rispetto alle conseguenze dannose che possono derivare dalle infrazioni, aiutando i ragazzi a maturare comportamenti appropriati rispetto ai temi della sicurezza.

La prima lezione, tenuta dal ten. Giuseppe Croci, decano degli insegnanti di educazione stradale, è stata riservata ai bambini della quinta elementare di Borgo Chiaro (il progetto si articola in due ore per tutte le classi di quinta elementare e terza media) ed ha visto la presenza del sindaco Guido Castelli (nella foto), degli assessori Giovanna Cameli e Gianni Silvestri, nonché del comandante della Polizia Municipale, Pier Paolo Piccioni.

“Il progetto – Ha sottolineato il sindaco Castelli – nasce dalla necessità di far conoscere ai ragazzi, fin da piccini, le principali nozioni del codice stradale e di far acquisire una maggiore consapevolezza rispetto alle conseguenze dannose che derivano dalle infrazioni, cercando di aiutare a maturare comportamenti appropriati rispetto ai temi della sicurezza”.

Il progetto prevede, per i bambini delle elementari, una particolare attenzione alle norme di comportamento inerenti i pedoni, quali regole osservare andando in bicicletta e l'uso delle cinture di sicurezza sulla macchina di papà. Per i più grandicelli della 3^ media, invece, si parlerà di ciclomotori e di incidentistica stradale.

Dopo il successo fatto registrare negli scorsi anni, è nuovamente iniziato un interessante progetto con l'obiettivo di far conoscere ai bambini delle quinte elementari e ai ragazzi delle terze medie, quali sono i corretti comportamenti da tenere in strada partendo dalla quotidiana esperienza personale, sensibilizzandoli sulle tematiche della sicurezza come fattore culturale, sul rispetto delle regole, sul valore della tolleranza e sulla percezione del pericolo e del rischio.

“Il progetto – ha proseguito il primo cittadino ascolano – si propone di stimolare, favorire e suscitare riflessioni e quindi cambiamenti comportamentali relativamente a concetti quali mobilità sostenibile, educazione al senso del limite e cultura del movimento e della relazione. La strategia è quella di affrontare la tematica non solo relativa alla “comunicazione del rischio” ma, soprattutto ad una nuova “cultura del movimento”.

Domani, martedì 23 febbraio, sarà la volta dei bambini della 5^ elementare della scuola Malaspina e della scuola di S.Filippo.

Abbinato al progetto è previsto anche un concorso per il miglior disegno e slogan.
Una apposita giuria, composta da ufficiali ed agenti della Polizia Municipale, premierà il disegno migliore delle elementari e quello delle medie nel giorno della Festa del Corpo.

fonte – ilquotidiano.it

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Kia Polonia: cartello su auto nuove, l’accusa dell’Antitrust

Incendi veicoli elettrici a Londra: +300% nel 2021

Sciopero 25 febbraio 2022 metro bus

Fermata autobus: regole per veicoli e pedoni