Arezzo – Controlli gratuiti alla vista per i bambini del progetto di educazione stradale “Strasicura”

Su iniziativa dell'Associazione provinciale Ottici di Confcommercio "OCCHIO ALLA VISTA", GLI OTTICI ARETINI CONTROLLANO GRATUITAMENTE I BAMBINI DELLE SCUOLE ELEMENTARI. Fino a giugno, screening...

6 aprile 2010 - 17:29

Su iniziativa dell'Associazione provinciale Ottici di Confcommercio “OCCHIO ALLA VISTA”, GLI OTTICI ARETINI CONTROLLANO GRATUITAMENTE I BAMBINI DELLE SCUOLE ELEMENTARI

Fino a giugno, screening visivo ai 2.734 studenti delle classi che partecipano al progetto di educazione stradale “Strasicura”, “perché anche una buona vista è importante per la sicurezza”. La collaborazione con i medici del reparto oculistica dell'ospedale San Donato di Arezzo, il Provveditorato agli Studi e la Fondazione Monna Lisa Onlus

2.374 paia di occhi da passare in rassegna da ora fino a giugno. Quelli dei bambini che partecipano al laboratorio di educazione stradale “StraSicura” voluto dalla Fondazione Monnalisa onlus insieme a MIUR di Arezzo, Comune di Castiglion Fiorentino, Provincia di Arezzo e gli enti firmatari del progetto “Caschiamoci”. A controllare quegli occhi, per capire se tutto è a posto o se ci sono eventuali anomalie da correggere, ci penseranno gratuitamente gli ottici Confcommercio della provincia di Arezzo.

“Anche la vista è importante per la sicurezza”, spiega Mauro Vannelli, presidente provinciale di Federottica-Confcommercio, l'organizzazione di categoria che rappresenta le 75 imprese aretine del settore “invece spesso viene trascurata, con il rischio di trascinarsi dall'infanzia all'età adulta perfino quei piccoli problemi che invece potrebbero essere corretti facilmente. È per questo motivo”, prosegue Vannelli, “che, in collaborazione con il Reparto Oculistica dell'ospedale San Donato diretto dal dottor Andrea Romani, metteremo la nostra professionalità al servizio degli studenti delle classi V elementari di tutta la provincia che partecipano a Strasicura”.

“Saremo presenti nella ‘cittadella della sicurezza' allestita nel comune di Castiglion Fiorentino, a disposizione di tutti i bambini presenti nei vari appuntamenti in calendario fino a giugno”, spiega il vicepresidente degli ottici Confcommercio Luciano Biondini, “faremo un accurato screening visivo a tutti e, nel caso riscontrassimo alcuni difetti, consiglieremo ai docenti di contattare i genitori per portare il bambino da un oculista per una visita”.

Occhio alla strada, quindi, ma anche occhio alla vista. È questo il monito che gli ottici di Confcommercio vogliono lanciare con la loro iniziativa. “Il nostro obiettivo è promuovere la salute degli occhi, sensibilizzando le famiglie ad effettuare controlli e visite periodiche ai bambini. Molti difetti visivi possono essere diagnosticati e corretti con degli ottimi risultati, basta riconoscerli in tempo”.

Gli ottici saranno affiancati da medici oculisti. “Questa iniziativa – spiega Luca Crociani, medico oculista ambulatoriale che segue il progetto insieme a Maria Rosanna Benigni, responsabile dell'oftalmologia pediatrica, e Sabrina Peruzzi, specializzata in oculistica – ci permette di rendere più capillare e stringente l'attività formativa sull'occhio e la visione che già conduciamo nelle scuole elementari e medie. È importante seguire il buon sviluppo della funzione visiva nei bambini, perché oltre che alla sicurezza sulla strada è funzionale al loro rendimento scolastico”. Lo sa bene il Provveditorato agli Studi di Arezzo, che evidenzia come lo screening ottico “consentirà a tappeto di valutare la vista dei bimbi come un vero e proprio esame di patente di bici e quad, segnalando al docente della classe eventuali problematiche”.

“Grazie alla presenza degli ottici di Confcommercio, StraSicura si correda di un ulteriore elemento educativo utile a prevenire i rischi da incidenti stradali” dichiara la presidente della Fondazione Monnalisa Onlus Barbara Bertocci, mentre il segretario generale della Fondazione, Maria Antonietta Chiodini, sottolinea come la rete mix degli attori che sostiene il completamento e la gestione della Cittadella Aretina della Sicurezza Stradale oggi si arricchisce “di un partner territoriale importante come il sistema Confcommercio. Sono certa – dice – che la sempre più stretta collaborazione tra Fondazione Monnalisa Onlus e le categorie economiche virtuose come Confcommercio Arezzo rafforzerà la nostra capacità di risposta ai bisogni della comunità locale non solo in tema di sicurezza stradale”.

fonte – informarezzo.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Brand auto: oltre 1 su 2 ricompra Toyota. La classifica 2022

Polizze RC auto 2022: solo il 14,4% sono stipulate online

FIA lancia Drive with Care per la sicurezza stradale nel mondo