Area C: in due mesi, traffico in calo del 6% a Milano

A gennaio e febbraio 2012, con l'Area C, il traffico a Milano è sceso del 6% rispetto allo stesso bimestre del 2011

10 aprile 2012 - 7:50

Con l'Area C milanese, traffico in calo del 6% a gennaio e febbraio rispetto all'analogo periodo del 2011. Ma alla larga dagli equivoci: non si tratta del dato che riguarda solo la zona soggetta a pedaggio, che dal 16 gennaio ha preso il posto del vecchio Ecopass; la statistica si riferisce a tutta la metropoli.

UN TERZO D'INGRESSI IN MENO – Il giorno della settimana in cui si verifica la diminuzione più sensibile è il mercoledì (-8%, tra le 7.30 alle 19.30), e il calo medio si rivela maggiore nella fascia oraria in cui è attiva l'Area C (-6,2%), rispetto alle 24 ore della giornata (-5,8%).
Inoltre, nei primi due mesi di Area C, ogni giorno sono entrati nella Cerchia dei Bastioni 31.500 veicoli soggetti a pagamento. Ma soprattutto, ogni giorno, gli ingressi sono 49.000 in meno, pari a -36%, che in totale corrispondono a due milioni di accessi mancanti alla Zona a traffico limitato.

ESENZIONI – Riguardo ai veicoli esentati in ingresso all'Area C, si registra un flusso medio in entrata di 8.000 veicoli, che effettuano 24.000 ingressi al giorno. Tra questi, i taxi sono la categoria più ampia, con 15.000 ingressi al giorno, seguita dalle auto con contrassegno invalidi (3.629 ingressi giornalieri).

MULTE IN ARRIVO – Nei primi due mesi di Area C, gli irregolari sono stati fra circa 4.000 al giorno: 170.000 multe in partenza. Per il Comune, un incasso aggiuntivo di 14 milioni di euro, da sommare ai ricavi dovuti ai ticket stessi (sui tre milioni). Intanto, nei prossimi giorni, cominceranno ad arrivare a casa dei proprietari dei veicoli che non hanno versato il ticket, le prime multe (87 euro, con spese di notifica): il Comune di Milano, proprio dal 10 aprile, ha previsto l'attivazione degli sportelli di consulenza e aiuto presso gli uffici di via Friuli 30. E Marco Granelli, assessore comunale alla Sicurezza, ha commentato: “La città sta dimostrando di apprezzare l'Area C, alla luce dell'oggettiva diminuzione del traffico dentro e fuori la Cerchia. Vogliamo però dare immediata consulenza e supporto anche a chi fosse incorso in una o più sanzioni. Nessuna coda per avere informazioni o effettuare il pagamento ma soprattutto valuteremo insieme all'automobilista ogni situazione. Possono esservi casi particolari che necessitano di attenzione e noi siamo vicini al cittadino nel volerli risolvere”.

GIUDIZIO SOSPESO – Al di là dei numeri ufficiali, è prematuro esprimere un giudizio sull'Area C. Che il traffico in città sia diminuito del 6% non lo mettiamo in dubbio: resta da vedere se non abbia inciso anche il caro-carburante. E poi il vero termometro della situazione si chiama smog: quanto le polveri sottili caleranno davvero per merito del pedaggio, si tireranno le prime somme.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove, prezzi sino a +24% rispetto al listino negli USA

Trasporto auto elettriche: servono navi speciali “antincendio”

Auto nuove: i sistemi di sicurezza fondamentali per Global NCAP