Approvati i nuovi standard per gli pneumatici ricostruiti

L'AIRP ha emesso il capitolato aggiornato LTH 110 che contiene le nuove norme da rispettare nella fabbricazione delle gomme ricostruite

7 marzo 2012 - 8:00

L'AIRP ha emesso il capitolato aggiornato LTH 110 che contiene le nuove norme da rispettare nella fabbricazione delle gomme ricostruiteL'Associazione Italiana dei Ricostruttori di Pneumatici (AIRP) ha fissato i nuovi standard qualitativi minimi che dovranno essere rispettati nella fabbricazione delle gomme ricostruite.

CONTANO LE NORME ECE ONU – L'Associazione ha emanato infatti il capitolato LTH 110 (è reperibile su una sezione del sito stesso dell'AIRP), ultima edizione dell'LTH 70 messo a punto negli anni 70 con l'obiettivo di stabilire i requisiti minimi che, nel processo di fabbricazione, devono possedere i materiali utilizzati per garantire affidabilità, sicurezza, prestazioni e durata. La fabbricazione degli pneumatici ricostruiti deve sottostare alle regole previste in sede comunitaria, costituite dalle norme tecniche Ece Onu 108 e 109 rese obbligatorie nei Paesi aderenti il 13 settembre 2006. Tali norme garantiscono che lo pneumatico sia realizzato secondo le regole delle buona fabbricazione e il capitolato LTH 110, emanato ora ovviamente in assoluta aderenza alle leggi, è stato approvato dal Cerisie, il laboratorio per certificazione e la ricerca sui sistemi elastomerici.

OBBLIGATORI NELLE FLOTTE PUBBLICHE – Gli pneumatici ricostruiti costano ovviamente meno di quelli totalmente nuovi, e anche per questo motivo il loro utilizzo è obbligatorio per legge nelle flotte pubbliche, che devono acquistarne in ragione di almeno il 20% sul totale del loro fabbisogno annuale di pneumatici di ricambio. Non vanno dimenticati anche i vantaggi che offrono sotto il profilo ambientale, poiché il ricorso a queste coperture, oltre a rappresentare un'alternativa all'acquisto di quelle nuove con un risparmio di materie prime, rallenta le esigenze di riciclaggio dei PFU (così vengono definiti gli Pneumatici e Fine Utilizzo) e diminuisce il rischio che una parte di essi venga avviato ai canali dell'esportazione illegale o finisca nelle discariche abusive.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove, prezzi sino a +24% rispetto al listino negli USA

Trasporto auto elettriche: servono navi speciali “antincendio”

Auto nuove: i sistemi di sicurezza fondamentali per Global NCAP