Anche quest'anno si “brinda con prudenza”

Arriva alla sua ottava edizione l'iniziativa volta ad educare i giovani ad un consumo responsabile dell'alcol

30 dicembre 2011 - 8:00

Il progetto, nato nel 2004 dalla collaborazione di ANIA (Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici), Polizia di Stato e SILB (Associazione Italiana imprese di intrattenimento da ballo e di spettacolo), approderà anche quest'anno in diverse regioni italiane.

IL PROBLEMA DELLA RESPONSABILITA' – Consumare alcol in Italia, si sa, è legale. Nonostante i danni che ne derivino (e non solo in situazioni di abuso), tutti abbiamo la libertà di bere e solo il nostro corpo può dirci quando è troppo. Ma cosa avviene quando si beve e ci si pone alla guida di un veicolo? Per rispondere basta pensare che circa la metà degli incidenti stradali gravi in Europa e in Italia sono imputabili all'abuso di Alcol e sostanze stupefacenti, e che spesso gli incidenti stradali che ne conseguono sono la principale causa di morte fra i giovani (e non solo). Un dato preoccupante che non può essere ignorato.

CAMBIARE MENTALITA' – La legge negli ultimi anni si è fatta sempre più severa nei riguardi di chi si produce in comportamenti che mettono in pericolo la propria e l'altrui vita. Le sanzioni sono più pesanti ed il livello d'alcol tollerato per i neopatentati e i guidatori professionali è sceso a 0. Oltre all'approccio senza compromessi della legge, tante iniziative sono nate negli anni per sensibilizzare i giovani riguardo alla questione. Una di queste è proprio il progetto “Brindo con prudenza” che dal 2004 incoraggia la designazione di un guidatore sobrio designato, più amichevolmente chiamato “Bob” che riporti tutti a casa sani e salvi dopo una notte in discoteca. L'iniziativa di quest'anno, iniziata il 16 dicembre, continuerà il 30 e 31 dicembre (e il 6 e 7 gennaio) in Campania, Emilia Romagna, Piemonte e Trentino per un totale di 8 città.

UN'INIZIATIVA CHE PARLA “SLANG” – Nel concreto il progetto sarà presente nelle discoteche più frequentate dai giovani di tutta Italia, dove verranno allestiti degli angoli sulla sicurezza stradale in cui verranno designati i “Bob” o “guidatori designati” che saranno riconoscibili grazie ad un gadget identificativo. Se questi a fine serata avranno mantenuto la promessa di rimanere sobri, saranno premiati dalla fondazione ANIA. Contestualmente la Polizia stradale intensificherà i controlli sulle strade e i ragazzi che saranno trovati in regola con i limiti di alcol previsti dalla legge, riceveranno dalla stessa Polizia un ingresso gratuito in discoteca per il weekend successivo. In questo modo gli agenti si avvicinano ai giovani apparendo non più come oppressori, ma come reali tutori della sicurezza stradale, sperando che il messaggio arrivi davvero.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Gli italiani fanno meno km degli altri automobilisti in Europa

Metano auto

Metano auto: aumento del contributo gestione bombole dal 1° ottobre

Come guadagnare un reddito extra dal proprio garage