Anche quest'anno Michelin è in piazza per la sicurezza stradale

Sono numerose le manifestazioni a tema previste quest'anno dal costruttore di pneumatici transalpino. Tutte orientate alla conoscenza dei problemi legati alla sicurezza sulle strade

5 aprile 2011 - 6:00

Anche quest'anno, come fa da un decennio, il produttore di pneumatici francese metterà in campo (anzi, in piazza) iniziative ed eventi volti a promuovere la sicurezza stradale tenendo fede al suo motto: “Il modo migliore di avanzare”.

JUNIOR BIKE – La prima edizione del Junior Bike Michelin si tenne 13 anni fa e da allora più di 180 mila bimbi tra i 4 e gli 11 anni hanno pedalato nelle più belle piazze italiane con in testa un casco da bici omologato e un esemplare del “bibendum”, il famoso omino, entrambi donati da Michelin. Da quache anno ha mutato nome in Michelin Bike Ride e il primo appuntamento s'è svolto a La Spezia sabato 2 aprile. Rivolta ai bimbi di età compresa tra i sei e gli 11 anni, la manifestazione richiede ai partecipanti l'uso della propria bicicletta. A tutti le bimbe e i bimbi iscritti viene donato il casco, come nelle precedenti edizioni della Junior Bike, e in più è prevista la patente di Michelin Bike Rider a chi ha dimostrato di aver appreso tutte le nozioni illustrate da un animatore.

IN 700 MILA – Sono in pieno svolgimento i corsi previsti dal progetto “Michelin fa scuola”, giunto alla quarta edizione, che hanno formato e informato sui temi della mobilità sostenibile e della sicurezza stradale oltre 700 mila studenti. Continua anche l'iniziativa “+ aria – carburante: riparti in sicurezza, risparmi carburante e rispetti l'ambiente”, che ha esordito due anni fa e durante la quale è stata controllata la pressione di gonfiaggio degli pneumatici di oltre 4 mila veicoli in tutta Italia. Sempre nel 2009 Michelin ha varato il progetto “ROSYPE” (Road Safety for Young People in Europe), rivolta a sensibilizzare sui temi della sicurezza stradale i giovani tra i 6 e i 25 anni, cioè la fascia di età che che più spesso viene coinvolta in sinistri della strada. A questo proposito, colpisce la comunicazione istituzionale di Michelin, la quale sostiene che “il numero degli incidenti, già oggi altissimo, è destinato ad aumentare nei prossimi anni per effetto del numero maggiore di veicoli in circolazione” (ma non è la sola a pensarla così). Una previsione che contrasta con gli obiettivi della Comunità Europea, che invece i sinistri si propone di dimezzarli nei prossimi 10 anni. Solo il futuro potrà dirci chi avrà avuto ragione.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Migliori gomme 4 stagioni 2022 – 2023: lista dei test

Move-In Piemonte: come funziona, quanti km e costo

Michelin CrossClimate 2 SUV: aderenza sorprendente nei test