Anas: CDA approva adeguamento impianti sull'A33 Asti-Cuneo

L'Anas migliorerà i servizi per l'utenza e per la gestione dell'autostrada, elevando ulteriormente gli standard di sicurezza.

21 aprile 2011 - 12:20

Il Consiglio di Amministrazione dell'Anas, presieduto da Pietro Ciucci, ha approvato il progetto esecutivo per l'adeguamento normativo degli impianti tecnologici sull'autostrada A33 “Asti-Cuneo” già realizzati dall'Anas, in conformità a quelli in corso di realizzazione, per un investimento di quasi 24 milioni di euro.

PIU' SICUREZZA – “Ottimizzando l'utilizzo delle nuove tecnologie disponibili – ha affermato il presidente dell'Anas Pietro Ciucci -, sulla scorta delle consolidate esperienze nella gestione e nella manutenzione degli impianti a servizio delle infrastrutture autostradali, saranno migliorati i servizi per l'utenza e per la gestione dell'autostrada, elevando ulteriormente gli standard di sicurezza”. L'Autostrada A33 ha una lunghezza complessiva di 90,203 km ed è suddivisa in due Tronchi: il primo si estende dallo svincolo di Massimini dell'Autostrada A6 Torino-Savona a Cuneo, il secondo si estende dallo svincolo di Asti est dell'Autostrada A21 Torino-Alessandria-Piacenza al casello di Marene dell'Autostrada A6 Torino-Savona, termine dell'autostrada. Ciascuno dei due Tronchi è a sua volta suddiviso in Lotti costruttivi. In adempimento agli obblighi di Convenzione, la Concessionaria provvederà ad adeguare gli impianti per la realizzazione del collegamento telematico dei Lotti in esercizio, Tronco I Lotto 1 e 2 e Tronco II Lotti 2, 3a, 4-3b, 7 e 8.

CIRCA 3 ANNI – Il tempo di esecuzione per la realizzazione delle opere viene complessivamente stabilito in 1156 giorni naturali e consecutivi. La copertura della spesa sarà garantita secondo quanto previsto dalla Convenzione con la società concessionaria e, pertanto, il progetto non genera ulteriore tariffa rispetto a quella prevista nel Piano economico finanziario.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Daimler: il taglio di 6 miliardi e il futuro senza Nissan-Renault

Automobilisti italiani: il 79,5% afferma di rispettare le regole

Controllo pneumatici: la giusta pressione fa risparmiare 83 euro l’anno