Ambulanze per animali: e il Decreto dov'è?

Dal 2010 si attende il Decreto che dia il via alle ambulanze per gli animali feriti

28 agosto 2012 - 6:00

Uno dei tanti paradossi del Codice della strada italiano riguarda le ambulanze per soccorrere gli animali feriti: la Legge c'è (la 120 dell'agosto 2010), ma siccome il Decreto attuativo non è ancora stato emanato, allora la norma non è in vigore. È pur vero che i ministeri hanno numerosi temi scottanti cui dedicarsi, però sono passati addirittura due anni, e della regola non si vede l'ombra.

COME STANNO LE COSE – Negli scorsi giorni, sul Web, s'è diffusa la notizia che le ambulanze per gli animali adesso sono finalmente operative. In realtà, un passettino avanti c'è stato, ma la strada è ancora lunga: esiste solo il parere ministeriale favorevole. Come giustamente fa notare la geapress, si sa unicamente che le ambulanze veterinarie, veicoli adibiti alla vigilanza zoofila e in generale alle attività di protezione degli animali (ivi compresi, per lo specifico compito, i veicoli in uso presso i concessionari di autostrade), potranno usufruire del lampeggiante e della sirena. E per le procedure tecnico-amministrative relative all'immatricolazione dei veicoli, il tutto è rinviato alla Direzione generale per la Motorizzazione.

IN ATTESA – Ecco infatti che cosa da detto a SicurAUTO.it l'Anmvi (l'Associazione nazionale medici veterinari italiani): “Al momento, lo schema di regolamento è stato trasmesso dall'Ufficio legislativo del ministero dei Trasporti al Consiglio di Stato per un parere. È pubblico il parere favorevole di Palazzo Spada, non ancora il testo definitivo del provvedimento ministeriale”. Ed ecco la LAV (Lega antivivisezione): “Il Decreto del ministero delle Infrastrutture e Trasporti che dovrà specificare le caratteristiche su soccorso/ambulanze è atteso da quando la norma è nata (nel 2010). Al momento non c'è notizia dell'emanazione del Decreto se non quella che il Consiglio di Stato si è espresso sullo schema di regolamento. Il parere del Consiglio di Stato è necessario per il procedimento di formazione dei regolamenti, ma nulla di più è dato sapere”. Ricordiamo comunque che, a tale proposito, chi si imbatte in animali feriti ha l'obbligo di contattare i soccorsi, pena una multa prevista dal Codice della strada riformato proprio nel 2010.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto diesel e benzina: stop alla vendita nell’UE dal 2040?

Incentivi auto ecologiche Emilia-Romagna

Incentivi auto ecologiche Emilia-Romagna: nuovo bando ottobre 2019

Goodyear presenta UltraGrip 9+, migliora la durata degli pneumatici invernali