Ancora aumenti di prezzo per gli pneumatici

Rincari senza sosta per le gomme. Colpa degli aumenti del cauccù e dell'elevata richiesta dalla Cina. Ma il sospetto è che le cose peggioreranno.

12 marzo 2011 - 6:00

Il produttore giapponese di pneumatici Bridgestone ha annunciato con un comunicato stampa che la sua divisione europea aumenterà i prezzi a partire dal prossimo aprile e che l'aumento, piuttosto sostanzioso (mediamente è del 7%), verrà gradualmente esteso a tutto il continente nel secondo trimestre dell'anno. Per Brigestone si tratta del secondo ritocco dei listini nel 2011 e anche altri costruttori, per esempio Michelin e Pirelli, hanno aumentano i prezzi negli ultimi mesi.

SALE LA DOMANDA – Makio Ohashi, Ceo e presidente di Bridgestone Europe, ha dichiarato che “il costo delle materie prime ha raggiunto il livello massimo e si è reso necessario apportare un ulteriore incremento di prezzi considerando l'attuale tendenza del mercato. La domanda di aftermarket in Europa è costantemente in ripresa e la richiesta di primo equipaggiamento determinata dalle esportazioni da parte dei costruttori di vetture e di veicoli commerciali è molto forte. I nostri impianti produttivi continuano a operare alla massima capacità ed è improbabile che riusciremo a soddisfare tutte le richieste a breve termine”. Ohashi ha ragione nel collegare l'aumento dei prezzi delle gomme a quello delle materie prime che, come avevamo riportato qualche giorno fa, è in costante ascesa da mesi sia a causa dell'elevata domanda cinese, sia per le piogge torrenziali che hanno compromesso parte della raccolta di caucciù delle piantagioni asiatiche.

SI ADEGUERANNO? – Tuttavia, l'accenno alla difficoltà di Bridgestone nel soddisfare le richieste fa nascere il sospetto che attualmente i maggiori produttori mondiali non siano in grado di adeguare le proprie linee produttive alle nuove esigenze del mercato, e che questo adeguamento probabilmente continuerà a tardare. L'unica cosa certa è che dovremo rassegnarci a pagare più salato il cambio gomme, con buona pace del portafogli.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Esame patente: come funziona e quanto costa nei vari Paesi del mondo

Taxi NCC Decreto Cura-Italia

Decreto Ristori: indennizzi anche per taxi e NCC, ecco quali

Cambio gomme invernali: solo il 34% va in officina in Germania