Questo sito contribuisce alla audience de

Alfa Romeo 4C, i dettagli degli interni

L'Alfa Romeo ha diffuso nuove foto della 4C in cui si possono apprezzare i dettagli degli interni

Alfa Romeo 4C, i dettagli degli interni
Molte auto sono anonime, alcune sono interessanti, ma pochissime sono speciali. Una eccellente rappresentante di questa ultima categoria è sicuramente l'Alfa Romeo 4C. Di lei si parla ormai da oltre due anni, da quando nel marzo 2011 fu presentata al Salone di Ginevra la prima concept. La versione definitiva è stata svelata solo due mesi fa, sempre durante l'importante rassegna svizzera. Anche se ha dovuto dividere la ribalta della scena con la Ferrari LaFerrari, possiamo tranquillamente dire che la Regina del Salone è stata lei. Del resto la supercar di Maranello è un prodotto destinato a 499 milionari sparsi in tutto il mondo, mentre la 4C è un sogno possibile per molte più persone.

NUMERI DA SUPERCAR

Tante parole sono state spese sul conto dell'Alfa Romeo 4C e girano già tante leggende sulle fasi di progettazione e sviluppo. Addirittura, i più scettici affermavano che non sarebbe mai stata prodotta e, anche nel caso avesse raggiunto le linee di montaggio, sicuramente non avrebbe rispettato le ambiziose specifiche tecniche promesse dalla concept. Invece anche i maligni sono stati sbugiardati e la 4C dichiara un peso a secco di soli 895 kg, che rapportati alla potenza di 240 CV e alla coppia di 350 Nm, disponibile già a 2.100 giri e costante fino a 4.000, promettono prestazioni da vera supercar. In effetti Alfa Romeo afferma che la 4C può scattare da 0 a 100 km/h in 4,5 secondi, sviluppando comunque un'accelerazione laterale di 1,1 g.

CARBONIO E ALLUMINIO

Insomma, tutti gli appassionati della bella guida e gli amatori del marchio del Biscione stanno aspettando quest'auto con trepidazione, anche in virtù delle sue doti telaistiche. Infatti, per la 4C l'Alfa Romeo ha sviluppato un inedito telaio che pesa solo 65 kg. È composto da una vasca centrale in fibra di carbonio alla quale sono ancorati due telaietti supplementari in alluminio, uno anteriore e uno posteriore. Questi ultimi servono a sostenere le sospensioni e il gruppo motore/cambio. La 4C utilizza uno schema a triangoli sovrapposti all'anteriore e un MacPherson al posteriore. Il propulsore e la trasmissione (doppia frizione a 6 marce) sono montati in posizione centrale trasversale, dando origine a una ripartizione dei pesi, 40:60, dal carattere prettamente sportivo.

INTERNI RACING

Ma l'Alfa Romeo 4C è una vera sportiva anche nell'allestimento interno. Nelle nuove foto ufficiali, appena diramate, si possono apprezzare dettagli da vera auto da corsa. Intanto saltano subito all'occhio i rivestimenti in carbonio a vista, poi l'occhio cade sulla sagoma dei sedili sportivi e infine balza sul posto guida essenziale e completamente orientato verso il pilota. Volendo cercare il classico pelo nell'uovo si possono notare alcuni componenti di cosidetto "carry-over" che derivano da altre auto del Gruppo Fiat, come il selettore del cambio della 500 o le manopole della climatizzazione della Panda. Ma ai veri amatori di auto sportive questi dettagli non interessano, è più importante concentrarsi sulle qualità di guida. E poi,  la mitica Ferrari 308 di Magnum P.I. non montava, forse, le levette della Fiat 127?

Pubblicato in Novità Auto il 08 Maggio 2013 | Autore: Alessandro Vai


Commenti


Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri