1 commento

Michele
14:53, 7 febbraio 2013

QUesti interventi dell'ACI lasciano veramente il tempo che trovano. Quest'ACI è lontano anni luce da enti come l'ADAC tedesco, il TCS svizzero e l'ÖAMTC austriaco.

In primis la smetta di fare il gabelliere dello Stato e delle Regioni!

In secundis dovrebbe essere trasferite subito alla Motorizzazione tutte le competenze del P.R.A. gestito dall'ACI che oggi altro non sono che un costoso ed inutile doppione che non ha eguali in Europa. Basterebbe una leggina di un articolo: “Tutte le competenze del PRA affidate oggi all'ACI sono trasferite alla Motorizzazione”.

Terzo: si converta a fare quello che dovrebbe fare per statuto e mission: difendere gli automobilisti. Come può farlo quando è in palese “conflitto d'interessi”? Le “misure da p.r.” che attua di tanto in tanto fanno sinceramente sorridere.

Quanto vogliamo scommettere che quanto sopra, quanto semplice logica vorrebbe, non avverrà MAI e l'ACI continuerà ad essere un ibrido fra associazione-gestore PRA-gabelliere ormai del tutto senza alcuna autorevolezza?