A4, meno incidenti senza sorpassi tra tir «e stop ai 150 l'ora»

L'innalzamento del limite di velocità in autostrada da 130 a 150 chilometri orari non riguarderà il tratto della Serenissima Brescia-Padova. È pur vero che è un tratto a tre corsie, ma, spiega...

24 ottobre 2003 - 22:39

L'innalzamento del limite di velocità in autostrada da 130 a 150 chilometri orari non riguarderà il tratto della Serenissima Brescia-Padova. È pur vero che è un tratto a tre corsie, ma, spiega il presidente dell'Autostrada “Serenissima” Aleardo Merlin, c'è un volume di traffico troppo intenso per considerarla adeguata a un aumento della velocità. La Serenissima quindi non seguirà l'esempio di società Autostrade che entro fine mese, come ha anticipato il ministro Pietro Lunardi, presenterà al ministero il piano per i 150 chilometri orari sulla sua rete autostradale da attuare in novembre. Ma la velocità di punta di 150 km orari secondo Merlin «è possibile raggiungerla solo dove le tratte autostradali hanno scarso traffico; credo che anche la società Autostrade non consentirà i 150 sul tratto Brescia-Milano».

Intanto in materia di sicurezza emerge un'altra notizia: il divieto di sorpasso dei tir nel tratto autostradale di Vicenza (da Vicenza est ad Alte) e negli altri punti delicati dell'autostrada Brescia-Padova funziona. Lo conferma lo stesso Merlin, mentre il ministro delle Infrastrutture Pietro Lunardi e la vicepresidente della Commissione europea Loyola De Palacio girano tra gli stand del primo “Salone internazionale della sicurezza stradale” inaugurato ieri a Verona.

Il presidente Merlin non vuole dire di più: «I primi dati usciranno a fine ottobre. Però mi dicono che dai numeri sembra emergere, facendo anche i dovuti paragoni rispetto alla mole di traffico variata da un anno all'altro, che una diminuzione di incidenti c'è stata».

Dopo soli tre mesi – precisa Merlin – è prematuro parlare di cifre, tanto più che durante il mese di agosto è sicuramente minore il numero di camion in circolazione: le percentuali di riduzione calcolate oggi potrebbero essere riviste. L'esperimento che vieta il sorpasso ai tir in tre punti del lungo asse autostradale (anche Sommacampagna-Sirmione e Desenzano-Brescia est) infatti resterà in vigore fino al 4 giugno del 2004.

E i vantaggi potrebbero essere dovuti anche ad altri fattori come le nuove tecnologie adottate (la Serenissima sta portando avanti un progetto pilota che prevede di installare il sistema luminoso “Companion” tra Soave e Montebello) e la patente a punti che, ha annunciato il ministro Lunardi, ha visto finora gli incidenti calare del 22 per cento rispetto allo stesso periodo del 2002, il numero di morti è sceso del 21 per cento e il numero di feriti del 25%.

Fonte: Giornale di Vicenza

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Trasformare un'auto in elettrica

Trasformare un’auto in elettrica: in arrivo un bonus del Governo

Parabrezza montato male: cosa succede in caso d’incidente?

Codice della Strada

Codice della Strada: attenti alle ‘bufale’ in rete