1 commento

Raimondo
20:57, 20 febbraio 2011

senza considerare che l'abbassamento generalizzato del limite di velocità implica una minore varianza delle velocità nel flusso veicolare con il possibile raggiungimento di condizioni di circolazione vicine alla capacità delle singole infrastrutture e il conseguente aumento di fenomeni di congestione localizzata e innesco di condizioni di marcia del tipo stop-and-go, che costringono a repentine variazioni di regime il motore con conseguenti maggiori emissioni rispetto alla condizione di flusso libero.

Purtroppo di fronte alle emergenze spesso, costretti ad agire nella spasmodica ricerca di un intervento “di effetto”, si finisce col trascurare effetti collaterali peggiori della cura. In tema di sicurezza stradale e gestione del traffico questa è una triste e frequente prassi.