A luglio 2 punti sulla patente dei «virtuosi»

Li avrà soltanto chi non ha commesso infrazioni. Sanatoria per i conducenti che si sono visti decurtare punti per il fatto di essere intestatari di un' auto «incriminata» ROMA - Buone notizie...

16 giugno 2005 - 8:19

Li avrà soltanto chi non ha commesso infrazioni. Sanatoria per i conducenti che si sono visti decurtare punti per il fatto di essere intestatari di un' auto «incriminata»

ROMA – Buone notizie per gli automobilisti: il mese di luglio porterà infatti un bonus di 2 punti sulla patente di chi non ha commesso infrazioni mentre anche i conducenti che si sono visti decurtare punti solo per il fatto di essere intestatari di un' auto “incriminata”, potranno contare su una sanatoria.
Entro la fine del mese, infatti, il consiglio dei ministri dovrà esaminare una serie di correzioni al codice della strada per aggiornare le norme previste con l'avvio della patente a punti.

E con l'occasione, premiare quegli automobilisti che hanno dimostrato nei primi due anni di avvio della patente a punti, di aver acquisito un maggiore senso di responsabilità alla guida dell'auto. Il governo si appresta infatti a correggere quella parte della normativa che lo scorso inverno ha provocato una censura da parte della Corte Costituzionale. La Consulta ha infatti dichiarato a gennaio l'incostituzionalità della norma che prevede la sottrazione dei punti della patente al proprietario del veicolo se non è identificato il responsabile dell' infrazione.

«In questi giorni verrà presentato il provvedimento» ha annunciato il viceministro Mario Tassone ricordando che il decreto che verrà portato in consiglio dei ministri conterrà anche la proroga dell'obbligo del patentino per la guida dei motorini anche per i maggiorenni, misura che altrimenti dovrebbe entrare in vigore il 1 luglio. Il provvedimento, ha spiegato ancora il viceministro, potrebbe prevedere per il futuro un inasprimento della sanzione per questi casi o, in alternativa, il fermo amministrativo dell'autoveicolo che ha commesso l'infrazione. Inoltre, dovrebbe contenere misure di inasprimento delle disciplina sanzionatoria prevista per chi guida in stato di ebbrezza: anche in questo caso oltre ad un aumento delle multe, già a livelli tra i più alti d'Europa, potrebbe essere previsto un aumento delle misure prescrittive.

In attesa di vedere come sarà attuata la sanatoria e quanti automobilisti riguarderà, la notizia certa è quella del premio che verrà attribuito agli automobilisti più disciplinati, quelli che nei due anni dall'avvio della nuova legge non hanno mai subito una decurtazione di punti dalla patente. Il bonus scatterà a luglio e riguarderà 32 milioni di automobilisti, ha annunciato oggi ministro dei Trasporti secondo il quale tale dato conferma, insieme ai dati sulla drastica diminuzione dei morti, dei feriti e degli incidenti stradali, «che la patente a punti funziona, e continua a funzionare».

«Gli automobilisti in questi ultimi due anni hanno dimostrato di aver acquisito un maggiore senso di responsabilità alla guida dell'auto e di prudenza sulla strada. La patente a punti – continua il Ministro – ha generato un autentico cambiamento culturale nelle abitudini di chi guida. E questo, a vantaggio della sicurezza e della vita».

Fonte: Gazzetta del Mezzogiorno

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto usate: gli italiani preferiscono ancora le diesel

Pneumatici nuovi: emettono idrocarburi per 3.000 km

Incidenti stradali in Europa: 6 mila bambini, le vittime in 10 anni