A Bolzano si pedala gratis con il fotovoltaico

Nella città trentina è stata inaugurata la prima di due stazioni di ricarica per bici elettriche a energia solare. Che per i cittadini sarà gratuita

15 febbraio 2012 - 14:15

L'amministrazione di Bolzano sta puntando decisamente su iniziative volte a favorire la diffusione della mobilità individuale elettrica. Nei giorni scorsi è stata infatti inaugurata la prima di due stazioni per la ricarica di biciclette a batteria che offriranno complessivamente 12 postazioni e che forniranno l'energia gratis a chiunque voglia ricaricare la sua bici. A carico del ciclista c'è solo il costo del cavo per la ricarica (circa 40 euro, ma il cavo stesso funge anche da lucchetto per la bici).

STAZIONI A COSTO ZERO – L'assessore alla Mobilità bolzanina Judith Kofler Peintner, presente all'inaugurazione, ha dichiarato che per le casse del suo comune l'intera operazione è a costo zero, poiché è stata finanziata completamente dall'Unione europea nell'ambito del progetto REZIPE (Renewable Energies for Zero Emission Transport in Europe), cui partecipano anche l'Alta Austria e le città di Klagenfurt, Lubiana, Györ e Reggio Emilia. Inoltre, l'energia non utilizzata per ricaricare i veicoli viene riversata nella rete elettrica cittadina contribuendo a ridurre (anche se certamente non di molto) l'impatto ambientale.

ANCHE PER CHI ABITA LONTANO – Alcune stime indicano che a Bolzano le biciclette elettriche sono circa 5 mila, un numero già piuttosto elevato. Tuttavia, l'amministrazione della città punta a incrementarne l'uso e la diffusione a favore di chi non abita a breve distanza dal centro e che quindi teme di non avere un'autonomia sufficiente per tornare a casa se non usufruendo di una stazione di ricarica intermedia. Ovviamente, perché la cosa funzioni è necessario anche incrementare la disponibilità delle piste ciclabili, e questo è già un po' più difficile. L'amministrazone dichiara che le nuove stazioni di ricarica, realizzate da un'azienda locale (la e-move srl), consentono di recuperare una buona percentuale di autonomia con solo un'ora di allacciamento. E Sicurauto ricorda che la soluzione che unisce l'utilizzo di un veicolo a batteria ricaricato con energie rinnovabili è l'unica che garantisce il massimo rispetto per l'ambiente e un livello di emissioni pari a zero sia nella circolazione, sia nella fase di generazione dell'energia.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Frenata automatica: ancora molti limiti nei test AAA da 50 km/h

Ztl Roma orari mappa permessi

Ztl Roma oggi in centro: mappa e come funziona

Misure antismog Emilia-Romagna

Emilia-Romagna: stop diesel Euro 3 dall’1 ottobre 2022 (ed Euro 4 nel 2023)