900 vite appese a un filo installazione contro la strage annunciata sulle strade delle vacanze

900 sono le persone che anche questa estate nei mesi di luglio e agosto rischiano di perdere la vita e 50.000 quelle che rischiano di rimanere ferite (equivalenti agli abitanti di Rovigo).

19 luglio 2010 - 16:51

900 sono le persone che anche questa estate nei mesi di luglio e agosto rischiano di perdere la vita e 50.000 quelle che rischiano di rimanere ferite (equivalenti agli abitanti di Rovigo). È la strage annunciata sulle strade delle vacanze, in quelli che impropriamente chiamiamo “incidenti” stradali.

Una strage che può essere contrastata perché non dipende dal caso e dalla fatalità. Troppe tragedie sono il frutto amaro dell'irresponsabilità di chi guida. Si pensi che se tutti allacciassimo sempre la cintura di sicurezza ogni anno si salverebbero 500 vite.

Per far riflettere su questo e richiamare tutti al senso di responsabilità e alla prudenza alla guida, stamattina a Bologna, in Piazza Nettuno, il Centro Antartide e l'Osservatorio per l'Educazione Stradale e la Sicurezza della Regione Emilia-Romagna con la collaborazione della Polizia Municipale del Comune di Bologna hanno proposto un'installazione con 900 nomi immaginari che, scritti su centinaia di fogli di carta, sono stati “appesi ad un filo”. Così come appese al filo sono le tante vite che anche quest'estate sono in gioco sulle strade.

L'iniziativa “900 vite appese a un filo” è parte della campagna Vacanze coi fiocchi, un'idea bolognese che viene realizzata in tutta Italia sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica, e che ha come padre nobile Piero Angela.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Frenata automatica: ancora molti limiti nei test AAA da 50 km/h

Ztl Roma orari mappa permessi

Ztl Roma oggi in centro: mappa e come funziona

Misure antismog Emilia-Romagna

Emilia-Romagna: stop diesel Euro 3 dall’1 ottobre 2022 (ed Euro 4 nel 2023)