Semaforo giallo per le eco-vetture: secondo Dekra fanno risparmiare poco

Semaforo giallo per le eco-vetture: secondo Dekra fanno risparmiare poco La Dekra ha provato tre vetture "eco" a paragone con altrettante versioni normali. Ha accertato che offrono risparmi poco significativi e che per comu

La Dekra ha provato tre vetture "eco" a paragone con altrettante versioni normali. Ha accertato che offrono risparmi poco significativi e che per comu

30 Aprile 2010 - 07:04

La Dekra, società tedesca che si occupa di perizie e collaudi tecnici e che gestisce in proprio 40 mila centri di revisione nel mondo, ha effettuato un test comparativo su tre modelli di vetture, provate su strada in versione “eco” e in versione normale, allo scopo di accertare i loro veri consumi di carburante.

Il test, che quindi ha riguardato in totale sei versioni, è stato condotto a Stoccarda su un percorso di 114 km che comprendeva strade cittadine con elevata densità di traffico, strade periferiche e autostrade.

Le tre coppie di modelli provati sono la Opel Insigna 2.0 CDTI Ecoflex e la sua versione standard con lo stesso motore, la Volkswagen Passat 1.6 TDI Blue Motion e la 2.0 TDI e, infine, la Mercedes S 400 Hybrid messa a confronto con la S 350 con propulsione tradizionale. I risultati della prova sono di estremo interesse.

Dekra ha innanzitutto accertato che tutte le versioni “eco” hanno consumato meno carburante rispetto alle altre, anche se la differenza si è rivelata inferiore rispetto a quanto dichiarato dai rispettivi costruttori. La Opel Insigna Ecoflex ha consumato in media 5,3 l ogni 100 km contro i 5,6 della versione normale. Considerata una percorrenza media annua di 14.300 km (non conosciamo il criterio che ha portato Dekra a determinare tale valore, forse riferito alla realtà degli automobilisti tedeschi), il minor consumo della Ecoflex porterebbe a un risparmio di 42,9 litri di gasolio e a minori emissioni di CO2 allo scarico per 128,7 kg. Per la Volkswagen Passat Blue Motion il minor consumo rispetto alla 2.0 TDI è stato di 0,4 l/100 km (4,8 litri contro 5,2) con un risparmio annuo di 57,2 litri e minori emissioni per 157,3 kg di CO2. Infine, la Mercedes S 400 Hybrid ha consumato 8,4 l/100 km di benzina contro i 9,1 litri della S 350, quindi il risparmio teorico sarebbe di 100,1 litri l'anno e 228,8 kg di CO2.

Le conclusioni della Dekra sono che le tecnologie delle vetture “eco” (dove sono generalmente presenti centraline modificate, dispositivi start&stop, affinamenti all'aerodinamica e rapporti del cambio allungati) sono troppo costose rispetto ai benefici economici offerti. Quindi, i risparmi ottenibili non consentono di recuperare in tempi ragionevoli il loro maggior costo.

Per la Opel Insigna, infatti, occorrerebbero 4 anni e 26 mila km l'anno per ammortizzare la differenza di prezzo (calcolata in 350 euro) rispetto alla normale 2.0 CDTI. I km da percorrere salirebbero a 36 mila l'anno per la Passat 1.6 Blue Motion (che costa 650 euro più della 2.0 TDI), mentre dal punto di vista puramente economico non ha alcun senso acquistare la Mercedes S 400 Hybrid, che costa diverse migliaia di euro in più della 350 S. Dekra sottolinea inoltre che per raggiungere l'obbiettivo di monori consumi ed emissioni è risultato determinante, durante il test, lo stile di guida dei collaudatori.

Commenta con la tua opinione

X