Bollo auto Piemonte: come si paga, proroga ed esenzioni

Tutte le informazioni sul bollo auto in Piemonte: come si paga, quanto dura la proroga del 2021 e quali sono le esenzioni a disposizione

18 maggio 2021 - 16:30

Come e quando si paga il bollo auto in Piemonte? Nelle prossime righe troverete tutte le informazioni utili sulla tassa automobilistica nella regione con capoluogo Torino, che al pari della Regione Veneto e di qualche altra non è convenzionata con l’ACI e pertanto gestisce in autonomia i pagamenti e ogni altro aspetto che riguarda il bollo.

BOLLO AUTO PIEMONTE: PAGAMENTO E ALTRI SERVIZI ONLINE

Dallo scorso anno la Regione Piemonte ha messo a disposizione dei cittadini e delle imprese una piattaforma web, perfettamente fruibile anche da dispositivo mobile, che consente di gestire tutti i servizi relativi al bollo auto. La webApp è raggiungibile all’indirizzo https://tassa-auto.sistemapiemonte.it e offre gratuitamente le seguenti funzionalità, alcune ad accesso libero e altre mediante autenticazione:

Memobollo: permette di ricevere via email o sms un promemoria in prossimità della scadenza del pagamento.

Paga on line: consente il pagamento online, con carta di credito o bonifico bancario, del bollo auto Piemonte e delle rate degli accertamenti rateizzati. Per altri canali web e luoghi fisici dove effettuare il pagamento cliccare qui.

Scarica la ricevuta di un pagamento. Questo servizio permette di effettuare il download delle ricevute dei pagamenti del bollo e delle rate degli accertamenti rateizzati effettuati tramite PagoPa.

Calcola il bollo: calcola l’importo della tassa automobilistica per la scadenza in vigore, in base ai dati tecnici del veicolo indicato.

Fai un’osservazione su avvisi di scadenza: permette al contribuente che rilevi un errore nei dati presenti sull’avviso di scadenza del bollo, oppure che ritenga di non dover ricevere tale avviso, di inviare una segnalazione online.

Fai un’osservazione su avvisi di accertamento: permette al contribuente che rilevi inesattezze nei dati presenti sull’avviso di accertamento del bollo, o che ritenga di averlo già pagato o di non doverlo pagare, di inviare una segnalazione online.

Consulta una pratica: consente ai contribuenti che hanno inoltrato richieste di rateizzazione o discarico/rimborso di cartella esattoriale o ingiunzione o osservazioni su avvisi di scadenza/accertamento di controllarne il contenuto.

Infobollo: permette al contribuente di ricevere email e/o sms con gli aggiornamenti e le informazioni relative al bollo auto.

Stampa avviso di pagamento e piano di rateizzazione: consente di ottenere la stampa dell’avviso di pagamento (con bollettino pagoPa) per pagare una scadenza del bollo auto, un avviso di accertamento o un piano di rateizzazione.

Autenticandosi alla piattaforma della Regione Piemonte con SPID, CIE, TS/CNS o con altre credenziali ottenute in seguito alla registrazione a Sistema Piemonte o Torino Facile, si può accedere a ulteriori servizi:

– Chiedere la rateizzazione di un avviso di accertamento;
– Chiedere l’esenzione dal pagamento del bollo per motivi di disabilità;
– Domandare la restituzione dell’importo pagato (se ci sono i motivi per farlo);
– Consultare una pratica per la richiesta di esenzione disabilità o restituzione;
– Verificare la regolarità dei pagamenti del bollo per gli attuali veicoli di proprietà e per quelli non più posseduti, nell’arco degli ultimi 5 anni (visura).

BOLLO AUTO PIEMONTE: PROROGA 2021

La Regione Piemonte, come altre regioni italiane, nel 2021 ha prorogato i termini di pagamento del bollo per agevolare i cittadini e le imprese colpite dall’emergenza Covid. Nel dettaglio si ammette il pagamento entro il 2 agosto 2021, senza applicazione di sanzioni, interessi e oneri aggiuntivi di qualsiasi specie e natura, delle tasse automobilistiche dovute nei mesi di aprile, maggio e giugno 2021, fermo restando che non si provvede al rimborso di quanto eventualmente già versato. Rimane comunque valida la possibilità di versare il bollo auto alla scadenza originaria. Il rinvio dei termini di pagamento NON riguarda le rateizzazioni.

BOLLO AUTO PIEMONTE: ESENZIONI

Il pagamento del bollo auto spetta a tutti i possessori di un veicolo a motore. Con l’eccezione dei proprietari dei ciclomotori (per i quali è dovuta una tassa di circolazione) e dei soggetti che rientrano nelle categorie beneficianti di un’esenzione, totale o parziale. Le principali categorie che godono dell’esenzione in Piemonte sono:

Autovetture a uso privato di categoria almeno Euro 6 e di potenza non oltre a 100 kW, immatricolate dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020 e acquistate in sostituzione di autovetture di categoria da Euro 0 a Euro 2 avviate alla rottamazione. Esenzione totale del bollo per 3 anni dalla data di immatricolazione;

– Auto destinate ai disabili;

– Autoveicoli delle Autorità dello Stato, dei Corpi armati civili e militari e della Protezione civile;

– Veicoli esclusivamente destinati al servizio di estinzione incendi e di protezione civile;

– Autoveicoli degli agenti diplomatici e consolari;

– Autobus adibiti a trasporto pubblico di linea;

– Autoambulanze;

– Veicoli per il carico, scarico e la compattazione dei rifiuti solidi urbani e/o adibiti allo spurgo dei pozzi neri;

Veicoli elettrici o alimentati esclusivamente a metano o gpl sin dall’origine. L’esenzione è permanente;

– Veicoli a doppia alimentazione benzina/metano o benzina/gpl già dotati del dispositivo per la circolazione con gas metano o gpl alla conclusione del ciclo di produzione e prima dell’immissione in commercio. L’esenzione è quinquennale dalla data di immatricolazione, mentre dal sesto anno il bollo è ridotto a 1/4 per i veicoli gpl e a 1/5 per quelli a metano;

Veicoli elettrici o a doppia alimentazione benzina/metano o benzina/gpl “trasformati”, di potenza non superiore ai 100 kW. L’esenzione è quinquennale, dal sesto anno si paga l’intero importo;

– Veicoli delle organizzazioni di volontariato iscritte al registro regionale di volontariato del Piemonte, utilizzati esclusivamente per la suddetta attività; delle cooperative sociali iscritte all’apposito albo regionale; delle aziende pubbliche di servizio alla persona; degli Istituti Pubblici di Assistenza e Beneficienza che svolgono in via esclusiva attività nei confronti di minori, anziani, e portatori di handicap;

Autoveicoli ibridi ad alimentazione benzina/elettrica di potenza uguale o inferiore a 100 kW termici. L’esenzione è quinquennale.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Preventivo assicurazione auto

Preventivo assicurazione auto: le cose fondamentali da controllare

Risarcimento diretto di un sinistro

Risarcimento diretto di un sinistro: quando si applica

Guida libera esperta esclusiva

Guida libera, esperta o esclusiva: vantaggi e svantaggi