Questo sito contribuisce alla audience de

Seggiolini auto e trasporto bambini: guida completa

Seggiolini auto e trasporto bambini: guida completa
I "rialzi" (chiamati anche "booster") sono adatti dai 3-4 anni circa, ma è bene puntare a modelli con schienale e protezioni laterali (vedi crash test che ne dimostrano l'importanza).

OCCHIO ALLA TESTA

Nel primo caso (prodotti senza protezioni laterali) la testa e il corpo del bambino non sono protetti lateralmente e durante i sonnellini dei bambini (da mettere in conto nei viaggi più lunghi, comunque in genere l'auto concilia il sonno), la testa tende a penzolare in avanti e a rotolare di lato. Tenete conto che la cintura di sicurezza non deve mai arrivare poggiare sul collo: al momento dell'acquisto chiedete di posizionare il rialzo nella macchina per poter controllare a che altezza arriva la cintura. Ci sono dei rialzi che hanno una pinza attaccata a una cordicella per abbassare leggermente la cintura. Dopo il seggiolino di gruppo 1, invece del semplice rialzo, sarebbe molto meglio orientarsi verso un modello con schienale e magari anche poggiatesta regolabile in altezza.

I TRIVALENTI: POCO UTILI

Esistono poi i seggiolini "trivalenti" (coprono i gruppi 1, 2 e 3): in pratica sono dei rialzi sui quali si innestano uno schienale con protezioni laterali e spesso anche un poggiatesta regolabile. Per chi viaggia molto sono un ottimo acquisto, anche se raramente sono davvero adatti ai bambini di età inferiore ai 3 anni (spesso non li proteggono adeguatamente). Lo schienale di questi ultimi due modelli in qualche caso è reclinabile. Attenzione però, in realtà è reclinabile soltanto se anche lo schienale della macchina lo è. Ecco perchè lo sviluppo di un seggiolino richiede molta ricerca e tanti crash test, come vi mostriamo nel video sotto.



Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri