Test seggiolini auto: poche vetture pensate per un montaggio sicuro

Test seggiolini auto: poche vetture pensate per un montaggio sicuro Su 15 auto familiari solo una convince il TCS per trasportare i bambini. Troppi modelli con cinture inadatte

Su 15 auto familiari solo una convince il TCS per trasportare i bambini. Troppi modelli con cinture inadatte, istruzioni complesse e agganci scomodi

18 Novembre 2013 - 06:11

Il TCS ha sottoposto 15 auto familiari alla prova pratica di montaggio dei seggiolini e nonostante siano tutte equipaggiate di ancoraggi Isofix e Top Tether non sempre è possibile posizionare i bambini su ogni seduta. Questa carenza diventa un problema per la sicurezza dei bambini quando bisogna posizionare più di un seggiolino sul sedile posteriore e magari di categorie diverse.

LO SPAZIO C'E' MA VA SFRUTTATO MEGLIO – Le auto familiari sono scelte apposta per la generosa capacità di carico e tanto spazio per accomodare più passeggeri anche per lunghi viaggi, non sempre però la versatilità è sfruttata a favore dei più piccoli. Il Touring Club Svizzero ha analizzato diversi modelli diplomati con buoni voti nei crash test per verificare quali auto rendono più facile e sicura la vita ai genitori. La maggior parte delle nuove auto, infatti, pur avendo di serie gli ancoraggi Isofix e Top Tether, più comodi e veloci rispetto alla cintura, non possono accogliere più di due seggiolini e talvolta lo fanno imponendo delle specifiche restrizioni che si apprendono solo leggendo il manuale d'istruzioni dell'auto. Dei 15 modelli considerati in questa valutazione solo la Citroën C4 Picasso ottiene il massimo punteggio mentre all'estremo opposto si candida la Renault Captur con la valutazione minima.

TUTTI PER UNO? NON SEMPRE E' COSI' – La valutazione dei tecnici svizzeri sulla compatibilità delle nuove auto con i seggiolini per bambini è stata fatta considerando la facilità con cui si accede agli ancoraggi Isofix e Top Tether e la possibilità di montare almeno un seggiolino di tutte le categorie per ogni seduta posteriore e anteriore lato passeggero. Non sempre, infatti, è possibile sfruttare la comodità degli ancoraggi veloci se l'auto è dotata di vani portaoggetti sul pavimento e in questi casi le limitazioni fanno perdere punteggio all'auto. Ci sono da considerare poi le restrizioni che consentono di trasportare 3 bambini solo nei posti prestabiliti, rendendo difatti l'accesso difficoltoso ai passeggeri adulti, ad esempio, al posto centrale posteriore.

LA C4 PICASSO AMA LE FAMIGLIE NUMEROSE – L'unica familiare che accoglie adeguatamente 4 bambini (3 dietro e 1 davanti) è la Citroën C4 Picasso, che permette anche di posizionare il piede di supporto sopra il coperchio del cassetto nel pavimento. Potrebbe sembrare un dettaglio irrilevante al momento dell'acquisto dell'auto, ma come vi spieghiamo di seguito la possibilità di posizionare il Support Leg rende il montaggio del seggiolino più agevole quando l'aggancio Top Tether è lontano o dietro lo schienale e accessibile solo dal bagagliaio. E' il caso della Mercedes-Benz Citan Kombi che, pur ottenendo 4 stelle e la valutazione “molto consigliato” per il trasporto di 3 bambini sul sedile posteriore non ha gli agganci Top Tether a portata di mano. L'alternativa più agevole sarebbe quindi quella di assicurare il seggiolino con il piede d'appoggio estensibile (oltre agli agganci Isofix) ma non è permesso farlo se l'auto ha il vano portaoggetti nel pavimento. Oltretutto sul Citan Kombi l'airbag anteriore passeggero non è disattivabile, quindi il seggiolino va montato solo fronte marcia (tranne quelli di categoria 0+ che vanno messi al contrario disattivando l'airbag).

TROPPI POSTI RISERVATI E RESTRIZIONI PER 3 BAMBINI – La Ford Kuga è insieme alla Mercedes-Benz Citan Kombi la meglio piazzata nei secondi posti con 4 stelle e la valutazione “molto consigliato” per il trasporto di 3 bambini. Tuttavia anche il SUV Ford non ha gli ancoraggi Top Tether facilmente accessibili e l'interruttore per disattivare l'airbag anteriore è un optional aftermarket e può essere installato dalla concessionaria solo dopo l'acquisto. Seguono incolonnate tutte le auto che riescono a trasportare 2 bambini comodamente o 3 rispettando specifiche restrizioni con il giudizio “consigliato”. E' il caso di Chevrolet Trax, Dacia Sandero Stepway, Honda CR-V e Renault Zoe che non possono montare seggiolini di tutte le categorie sul sedile anteriore o su quello posteriore centrale.

UN SEDILE PER 2 – Va peggio a Lexus IS, Nissan NV200 Evalia, Toyota Auris Touring Sports e Toyota RAV4 che non possono accogliere alcun tipo di seggiolino al posto centrale posteriore. Per trasportare 3 bambini il passeggero anteriore dovrà sedere dietro tra i due seggiolini: comodo per una mamma che tiene d'occhio entrambi i bebè ma poco pratico per salire e scendere dall'auto. La classifica si chiude con la Renault Captur “consigliato in parte”. A dispetto di quanto facciano immaginare gli interni con cerniera zip completamente sfoderabili e lavabili in lavatrice, il piccolo crossover compatto francese non sembra tanto versatile con i bambini. Il sedile posteriore centrale non ammette alcun seggiolino e quello anteriore può montare solo alcune categorie di sedili.

AUTO E SEGGIOLINO DEVONO COMBACIARE – Nonostante sia obbligatorio per legge trasportare  bambini con seggiolino adatto al loro peso fino al compimento di 12 anni o al raggiungimento di 150 cm di altezza, non c'è alcuna disposizione per quel che riguarda il montaggio del seggiolino davanti o dietro. E' preferibile posizionare il bambino sul sedile posteriore lato marciapiede ma è importante ricordare che se si monta davanti il seggiolino fronte marcia non è obbligatorio disattivare l'airbag, purché il sedile sia regolato “tutto indietro”. Diversamente, se il montaggio è contromarcia (unico modo per il gruppo 0+ per non sollecitare le articolazioni del collo del bimbo in caso d'impatto frontale) l'airbag dev'essere disattivato ed evitare le conseguenze del crash test nel video di seguito.

Nella scelta dell'auto nuova è sempre meglio fare un test drive con bambini e seggiolini al seguito per capire se è davvero la familiare adatta alle vostre esigenze. Nella scelta del seggiolino per auto più sicuro, invece, potrebbe farvi molto comodo la presenza dell'aggancio Isofix.

ISOFIX, TOP TETHER E SUPPORT LEG – Gli agganci Isofix (obbligatori sulle auto omologate dal 2006) sostituiscono il bloccaggio più laborioso con la cintura di sicurezza e consentono di montare il seggiolino con un click. Per evitare che il seggiolino si muova lateralmente in caso d'impatto l'aggancio Isofix è affiancato dal Support Leg o dal Top Tether. Entrambi sono sistemi di ritenuta validi ma non sempre compatibili o facilmente raggiungibili su tutte le auto. Il Support Leg (piede estensibile) spesso è incompatibile con le auto dotate di vani accessori sul pavimento (fa eccezione la C4 Picasso) poiché in caso d'incidente il piede potrebbe sfondare il coperchio o svincolare il seggiolino con l'apertura del vano. Analogamente l'ancoraggio Top Tether, al quale si aggancia una cinghia di sicurezza che parte dallo schienale del seggiolino, non è sempre facilmente raggiungibile poiché lo si può trovare sul tetto, sullo schienale o nel bagagliaio dell'auto ed è contrassegnato dal simbolo raffigurante un seggiolino con l'ancora. Se volete sapere quale seggiolino è più adatto al vostro bambino e come montarlo nel modo sicuro non perdetevi la guida completa sui seggiolini auto e trasporto bambini.

2 Commenti

Alessandra
18:44, 24 Novembre 2016

Buongiorno non mi è chiaro perché la c4 picasso faccia eccezione per l'installazione della support leg sui vani portaoggetti a pavimento posteriori. Io ho un modello cybex sirona e me lo da compatibile solo al centro proprio per il problema del portaoggetti. Grazie

Giuseppe
13:35, 27 Gennaio 2017

La presente per chiedere se posso montare (e se materialmente ci stanno) 3 seggiolini per bimbi (5, 3, 1 anni) sul sedile posteriore di Honda Crv (edizione 2015).

Grazie.

X