Il Global NCAP chiede il ritiro dal mercato della Datsun Go

La Datsun Go, prodotta da Nissan per il mercato indiano, è risultata mortale nei crash test effettuati dalla sezione indiana del Global NCAP

7 novembre 2014 - 14:17

A inizio settimana vi abbiamo mostrato i risultati degli ultimi due crash test a cui il Bharat NCAP, ovvero la sezione indiana del Global NCAP, ha sottoposto la Datsun Go e la Maruti Suzuki Swift, ovvero due modelli dedicati al mercato indiano, derivati (almeno stilisticamente) da altre automobili vendute anche sul mercato europeo, in particolare la Nissan Micra e la Suzuki Swift. In questa sessione di test sono state testate nell'impatto frontale offset a 64km/h su barriera deformabile. Nessuna delle due vetture è dotata di airbag frontali, quindi la protezione offerta agli occupanti è affidata solo alle cinture di sicurezza e alla buona progettazione della struttura della vettura.

ZERO STELLE PER ENTRAMBE – I risultati sono stati impietosi, La Datsun Go si è aggiudicata zero stelle su cinque, allo stesso modo della Maruti Suzuki Swift. Inoltre, nel caso della Datsun GO, la scocca è stata giudicata così fragile che anche la presenza degli airbag sarebbe inutile. Per entrambe le auto ci sono  rischi di ferite letali in caso d'incidente, che sarebbero notevolmente ridotti se le vetture fossero omologabili con uno standard minimo di sicurezza, per gli impatti frontali e per quelli laterali.

LE PAROLE DI MAX MOSLEY – Così, il Presidente del Global NCAP Max Mosley ha scritto direttamente al Presidente e CEO di Nissan, Carlos Ghosn, per chiedere l'immediato ritiro da tutti i mercati della Datsun Go “È estremamente deludente che la Nissan abbia autorizzato il lancio di un'auto nuova che è così chiaramente sotto gli standard di sicurezza. Con queste caratteristiche la Datsun Go sicuramente non supererà le leggi delle Nazioni Unite relative agli impatti frontali. Per questo chiedo a Nissan di ritirare con effetto immediato la Datsun Go dal mercato e di apportare modifiche alla struttura dell'auto. Applicare i requisiti minimi richiesti dalle Nazioni Unite a tutte le auto prodotte e vendute nel mondo è una delle raccomandazioni chiave del Piano Globale per la Sicurezza Stradale. Carlos Ghosn, anche in qualità di Presidente dell'Associazione Europea delle Case Automobilistiche è chiamato a dimostrare la sua leadership”.

UNA SITUAZIONE DISASTROSA – Parole di fuoco, quelle di Max Mosley, che portano nuovamente alla ribalta un problema arci-noto, ovvero la divisione in mercati di 'serie a' e di 'serie b' che le case automobilistiche applicano quando progettano e sviluppano i loro prodotti. Non è un caso, infatti, che anche le cinque auto nuove più diffuse in India, la Suzuki Maruti Alto 800, la Hyundai i10, la Ford Figo, la Volkswagen Polo e la Tata Nano, abbiano ottenuto gli stessi risultati di zero stelle

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Crash test a 150 km/h: il video shock della prova estrema

Euro NCAP: 15 auto a 5 stelle, DS 9 migliorabile verso pedoni e altre auto

Euro NCAP: dal 2026 valutazione su rischio incendio auto elettriche