Euro NCAP: i primi crash test del 2019 a 5 stelle per 3 SUV

5 Stelle per Honda CRV, Mercedes-Benz Classe G e Seat Tarraco. Inizia così il 2019 con i primi crash test Euro NCAP dedicati ai SUV

27 febbraio 2019 - 11:15

La prima sessione di crash test Euro NCAP del 2019 vede come protagoniste 3 nuove auto: Honda CR-V, Mercedes-Benz Classe G e Seat Tarraco, tutte valutate con il massimo dei voti. Il protocollo di test per il 2019 resta praticamente invariato rispetto lo scorso anno: il crash test offset su barriera deformabile a 64 km/h, il crash test frontale pieno a 50 km/h, il test laterale con speronamento a 50 km/h, il test laterale del palo a 32 km/h e la simulazione di tamponamento fanno parte delle prove distruttive dei test Euro NCAP. Viene anche valutata a simulazione di investimento del pedone adulto e bambino a 40 km/h.

OTTICA 2020 La valutazione dei sistemi di frenata autonoma, anche per ciclisti e pedoni, dei sistemi di mantenimento della corsia e le performance di protezione dei bambini di 6 e 10 anni vanno a completare il risultato globale espresso in stelle, da 0 a 5. In ottica 2020 saranno modificati sensibilmente i crash test fisici: via il frontale offset che ci accompagna dal 1997, arriverà il nuovo test frontale offset al 50% a 50 km/h contro un carrello da 1400 kg che viaggia alla stessa velocità, dotato di uno speciale frontale deformabile che permetterà di valutare l’aggressività della struttura del modello in esame. La grande novità sarà la possibilità di comparare tutti i test frontali, in quanto la massa del carrello è fissa, non come avviene per i crash test sulla barriera che simulano l’impatto con una vettura di massa e strutturalmente simile. Anche il crash test laterale con speronamento sarà modificato nella velocità di esecuzione: da 50 km/h si passa a 60 km/h, per andare oltre alla velocità standard del test di omologazione e richiedere un maggiore livello di sicurezza ai modelli in esame

IBRIDA E SICURA La nuova generazione della Honda CR-V ottiene un buon risultato nei crash test fisici, specialmente nei due scenari di impatto frontale. Nel crash test laterale obliquo sul palo la protezione del torace è migliorabile, come è insufficiente la prevenzione dal colpo di frusta sui sedili posteriori. Nel crash test frontale il bambino di 10 anni subisce una trazione sul collo di media entità, in quello laterale entrambi i bambini sono ben protetti. Qualche critica va mossa al bordo del cofano anteriore per la protezione del bacino di un pedone investito. Il sistema di frenata autonoma d’emergenza si comporta molto bene nei test a bassa e alta velocità, anche i pedoni vengono correttamente evitati, anche di notte. Alcuni problemi sono stati riscontrati invece con i ciclisti. La valutazione complessiva della Honda CR-V Hybrid è di 5 stelle.

OTTIMO RINNOVAMENTO Sembra sempre lei esteticamente, ma è stata completamente rinnovata la Mercedes-Benz Classe G, un’autentica fuoristrada con telaio separato protagonista di  questa sessione Euro NCAP. La rigidezza del telaio ha messo a dura prova la cintura di sicurezza del guidatore, che strattona violentemente il torace del manichino. Anche nel crash test frontale pieno il passeggero posteriore viene strattonato eccessivamente dalla cintura di sicurezza. Ottima la prestazione nei due crash test laterali, mediocre la prevenzione dal colpo di frusta sui sedili posteriori. Da segnalare nel crash test frontale pieno, una frazione del sedile posteriore si sgancia, potenzialmente pericoloso come scenario, in quanto la cintura del posto centrale è integrata allo schienale e non potrebbe svolgere la sua funzione correttamente. I bambini subiscono un’eccessiva trazione sul collo nel crash test frontale. A dispetto delle apparenze, il frontale si rivela molto morbido per i pedoni investiti. Il sistema di frenata autonoma si comporta molto bene nell’evitare o mitigare collisioni con auto, ciclisti e pedoni. Tuttavia non funziona con scarsa luminosità ambientale. La Classe G ottiene il massimo punteggio di 5 stelle.

SPAGNOLA ROBUSTA Da segnalare l’ottima prestazione per quanto riguarda la protezione degli adulti della Seat Tarraco, che si aggiudica un ottimo 97%. Punteggi quasi perfetti nei due crash test frontali, il massimo è stato ottenuto nei crash test laterali e ben si comporta per la prevenzione dal colpo di frusta in caso di tamponamento. Anche i bambini sono ben protetti, con solamente una frazione di punto persa nel crash test frontale sul collo del bambino di 10 anni. Qualche problema è stato riscontrato per l’installazione dei seggiolini con le cinture della terza fila di sedili. Buona anche la protezione in caso di investimento dei pedoni, solamente i montanti laterali del parabrezza possono creare problemi alla testa di un pedone adulto. Il sistema di frenata autonoma e si comporta in scenari urbani ed extraurbani, riconosce correttamente pedoni e ciclisti ma non in caso di scarsa luminosità. Anche la Tarraco ottiene il massimo punteggio: 5 stelle.

Come sempre tutti i dettagli, schede con foto. video e commenti in italiano li trovate nella nostra Area Crash Test

Honda CR-V
93%
83%
70%
76%

Mercedes-Benz Classe G
90%
83%
78%
72%

Seat Tarraco
97%
84%
79%
79%

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Seat testa la consegna di ricambi con i droni in 15 minuti

Le auto nuove sono pericolose per le donne?

Crash test Tesla Model 3: il miglior risultato degli ultimi 20 anni